La Mer di Virgilio Sieni, prima italiana domenica 31 al Ravello Festival.

0
168

virgilio sieniIl cartellone tersicoreo del Ravello Festival disegnato dalla direttrice artistica Laura Valente, dopo la prima di Before Break di Michela Lucenti, propone al pubblico di Ravello, LA MER, progetto firmato dall’illustre direttore artistico della Biennale Danza di Venezia Virgilio Sieni. La creazione, dopo il successo della prima assoluta a Lugano, arriva domenica 31 luglio (ore 21.45) sul Belvedere di Villa Rufolo per il suo debutto italiano. A portare in scena La mer, su musica di Claude Debussy, saranno: Claudia Caldarano, Luna Cenere, Luisa Cortesi, Lisa Labatut, Marina Giovannini, Giulia Mureddu.

La mer è un progetto coprodotto da Ravello Festival, LuganoinScena e Compagnia Virgilio Sieni.  

Nella Mer – spiega Sieni – si mette in opera una coreografia, per piccoli gruppi di danzatori intenti a indagare le stratificazioni del corpo, declinato in un insieme di gesti dalle soluzioni sempre diverse. Accompagnate dalla musica di Debussy le posture delle danzatrici fanno emergere una composizione che ci interroga sulla natura della vita”. Chiude il programma L’Avventura,  coreografia che raccoglie un ciclo di danze che alludono alla figura del labirinto. In scena Claudia Caldarano, Luna Cenere, Riccardo De Simone, Maurizio Giunti, Davide Valrosso. Come “trovatori” di gesti, essi porteranno sul Belvedere di Villa Rufolo una serie di quadri slanciati sui temi dell’abitare lo spazio, della gravità, del gioco e della leggerezza. Sulle note delle Partite n.1 e n.3 di Bach saranno disegnate fughe avventurose nella radura dello spazio, nelle infinite prospettive continuamente percorse da incontri, avvicinamenti e condivisioni.

Alle 19, Sieni non rinuncia al suo marchio distintivo più attuale, improvvisando insieme con il pubblico nel suo toccante Di fronte agli occhi degli altri, dedicato alle vittime della strage di Ustica.

LA-MER-2-FullSizeRenderCon la presenza a Ravello di Virginio Sieni, iniziano anche gli appuntamenti con Le Café de la danse, incontri curati dallo stesso Sieni e da Laura Valente, esperienze confidenziali, con scrittori, artisti, musicisti, che raccontano il loro “mondo danzante” in luoghi inconsueti della città. Si comincia il 30 luglio ore 18 nei giardini dell’Hotel Rufolo con Virgilio Sieni e Sonia Bergamasco, si continua fino al 20 agosto con lo scrittore Andrea Pinketts e il compositore Salvatore Sciarrino e si chiude con la Cubanía raccontata da uno dei dj cubani più famosi, Pedroso Hernandez Yoandri, in compagnia del critico de El País, Roger Salas del direttore di Ballet2000 Alfio Agostini e della storica della danza Elisa Guzzo Vaccarino.

www.ravellofestival.com. Boxoffice: tel. 089 858422 – boxoffice@ravellofestival.com

 

Sabato 30 luglio
Giardini Hotel Rufolo, ore 18.00
Le Café de la danse
Incontro con Virgilio Sieni e Sonia Bergamasco 

Ingresso libero

Domenica 31 luglio
Villa Rufolo, ore 19.00
Di fronte agli occhi degli altri
Duetti improvvisati di e con Virgilio Sieni 
Musica dal vivo Naomi Berrill 
Produzione Compagnia Virgilio Sieni, Thèatre du Merlan Scène Nationale à Marseille
La Compagnia Virgilio Sieni è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello spettacolo dal vivo, Regione Toscana, Comune di Firenze
ITALIA/FRANCIA
Biglietto di ingresso alla villa

Domenica 31 luglio
Belvedere di Villa Rufolo, ore 21.45
La Mer
Regia e coreografia di Virgilio Sieni
Compagnia Virgilio Sieni
Coproduzione Ravello Festival / LuganoinScena / Compagnia Virgilio Sieni Centro di produzione italiano della danza  
Prima italiana 
ITALIA/SVIZZERA
Posto unico € 35

 

Biografie

 

Virgilio Sieni

Coreografo e danzatore, fonda nel 1983 la Compagnia Parco Butterfly e nel 1992 la Compagnia Virgilio Sieni, imponendosi come uno dei protagonisti della scena contemporanea europea. Crea spettacoli per le massime istituzioni musicali italiane e vince numerosi premi (Ubu, Danza&Danza, Lo Straniero, Anct). Nel 2013 diventa direttore della Biennale di Venezia – Settore Danza e viene nominato Chevalier de l’ordres des arts et de lettres dal Ministro della cultura francese. Rappresenta l’Italia sia a Marsiglia Capitale Europea della Cultura 2013, con il progetto Arte del gesto nel Mediterraneo che coinvolge 160 interpreti provenienti da diversi paesi, sia a Bruxelles nell’ambito del Semestre Italiano di Presidenza dell’Unione Europea 2014 con il progetto Vita Nova sull’iconografia  sacra al Bozar Centre for Fine Arts. Nel 2015 realizza per la Fondazione Prada di Milano Atlante del gesto.

LASCIA UN COMMENTO