House Hospital e Università Federico II organizzano la terza edizione del Master in Direzione e Gestione delle Strutture Sanitarie

0
60

househospitallogoL’Associazione House Hospital onlus, presieduta dalla dottoressa Rosa Vitiello, si conferma protagonista in ambito scientifico, rafforzando la collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Infatti, presso il Dipartimento di Scienze sociali (ex Facoltà di Sociologia) è stato istituito, con il patrocinio morale del Consiglio Regionale della Campania, il Master di II livello in “Direzione delle Strutture Sanitarie, Sociali e Socio-Assistenziali Territoriali: Modelli Organizzativi e Gestionali.

La direzione didattica del Master, che sarà coordinata dal professor Giuseppe Di Costanzo, prevede la collaborazione didattica della Seconda Università degli Studi di Napoli, Dipartimento di Medicina Sperimentale. Per le attività didattiche e per il tirocinio teorico-pratico, l’Università degli Studi di Napoli Federico II ha stretto collaborazioni e convenzioni, appunto, con l’Associazione House Hospital onlus, e con la Società Italiana di Cure Palliative – Regione Campania, Federsalute di Napoli e Ascom Confcommercio della provincia di Napoli. Per informazioni e iscrizioni (queste ultime scadono il prossimo 15 novembre), gli interessati possono rivolgersi alla Segreteria del Master, presso il Dipartimento di Scienze sociali, sito a Napoli, in Vico Monte della Pietà n. 1, o visitando il sito www.mastersociosanitario.com, scrivendo alla mail mastersan@unina.it o contattando i seguenti numeri: 0812535889 – 0812535880.

Il prestigioso Master, giunto alla terza edizione, sarà diviso in dodici moduli di insegnamento, che riguarderanno i seguenti argomenti: legislazione, assetti istituzionali e modelli strutturali; aspetti multidisciplinari dell’assistenza; case management, principi, tecniche e modelli operativi; la progettazione organizzativa nei servizi sociali, sanitari e socio assistenziali; il sistema a rete dei servizi sociali, sanitari e socio-assistenziali in Italia; programmazione, organizzazione e gestione dei bisogni assistenziali nelle strutture territoriali; le principali problematiche clinico-assistenziali dell’evoluzione delle malattie croniche, oncologiche e disabilitanti; metodi e strumenti epidemiologici per l’analisi dei bisogni e per la valutazione dei servizi; gli strumenti del governo clinico, EBP e ricerca, audit, rischio clinico e qualità d’assistenza; lavoro d’equipe e competenze professionali nell’assistenza sociale, sanitaria e socio-assistenziale; cultura, clima e performance nelle organizzazioni; il counselling psicologo e filosofico nella gestione del burn-out.   

La terza edizione del Master, che si svolgerà da gennaio a luglio 2014, con esame finale entro il mese di ottobre, si propone di realizzare un percorso formativo rivolto a coloro che, con professionalità e ruoli diversi, operano in ambito sociale, sanitario e socio-assistenziale. I contenuti didattici saranno orientati alla formazione di competenze specialistiche adeguate ai nuovi contesti dei servizi sanitari territoriali e ai cambiamenti che si registrano nello stato di salute della popolazione, dovuti soprattutto all’incremento delle patologie croniche ed evolutive, che hanno messo in luce l’esigenza di definire nuovi percorsi terapeutici e assistenziali caratterizzati da un approccio multidisciplinare e multiprofessionale. Il principale obiettivo è, dunque, quello di formare personale (tra cui medici, infermieri, psicologi, sociologi, fisioterapisti e assistenti sociali), che per capacità lavorative, cognitive e relazionali, sia in grado di prendersi cura e assistere il paziente e il suo nucleo familiare, organizzando e integrando le risorse dei servizi pubblici e privati, al fine di migliorare l’efficacia e l’efficienza dell’assistenza, con particolare riferimento alle esigenze dei ruoli dirigenziali e di coordinamento dei servizi sociali, sanitari e socio-assistenziali erogati nei Distretti Sanitari, nei Presidi Ospedalieri, nei Centri Diurni, nelle Comunità e nei Centri Semi-Residenziali e Residenziali (Hospice, Rsa, Casa della Salute, Stati Vegetativi, Sla, Stroke Unit, Alzheimer e Malattie Rare), nell’Assistenza Domiciliare Integrata e nell’Ospedalizzazione Domiciliare.

Il Master è istituito con la prospettiva di sviluppare e fornire le conoscenze teoriche e le abilità pratiche necessarie alla messa in opera dei processi di razionalizzazione e incremento delle reti per le cronicità, al fine di una più incisiva integrazione tra i diversi attori, istituzionali e non, deputati alla presa in carico delle patologie e delle conseguenti disabilità, con la formazione e l’aggiornamento del personale sanitario, sociale e socio-assistenziale, in conformità al Decreto n. 49/2010 del Commissario ad acta in Sanità della Regione Campania e alla vigente legislazione e alla sua articolazione nel Piano Sanitario Nazionale e nel Piano Sanitario Regionale.

LASCIA UN COMMENTO