Firmato protocollo di intesa tra Università di Salerno e Mediterraneo Advisor (ex Fondo del Mezzogiorno), le foto.

0
134

Presso la sala del Senato accademico del campus di Fisciano, è stato sottoscritto stamani il protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Salerno e la società Mediterraneo Advisor srl, per lo sviluppo della cultura scientifica e del know-how delle piccole-medie imprese  del Sud Italia.

L’Università di  Salerno nella sua mission istituzionale annovera, tra le finalità statutarie, anche la promozione e la diffusione della ricerca scientifica e dei suoi risultati, nonché lo sviluppo della cooperazione con le realtà imprenditoriali locali. A tale scopo l’Università ha avviato un processo di ricerca e di sviluppo competitivo in favore delle start up e delle PMI industriali ed artigiane locali al fine di favorirne l’innovazione e l’espansione. L’Ateneo negli ultimi anni ha sviluppato, in particolare, un pool di start up universitarie in fase pre-seed e seed che necessitano di assistenza economico-finanziaria specializzata nel reperimento di fondi per lo sviluppo dell’idea imprenditoriale, sia pubblici nazionali e/o europei, che privati. L’obiettivo dell’accordo con Mediterraneo Advisor srl è quello di agevolare l’incontro tra realtà imprenditoriali locali ed i Fondi di Investimento, al fine di consentire lo sviluppo e la professionalizzazione delle imprese locali e delle start up universitarie e di esaltarne il potenziale di crescita e di sopravvivenza nei mercati nazionali ed internazionali, grazie anche all’affiancamento di partner istituzionali e l’ingresso di nuovi ed adeguati capitali di rischio.

“In questi anni abbiamo intessuto una serie di relazioni e rapporti importanti con tutte le università del Sud – ha commentato il Rettore Tommasetti – convinti che di fronte a  problemi comuni la risposta non può che essere unitaria. E’, tra l’altro,  questo il modo più giusto per interpretare la cosiddetta terza missione: il rapporto tra Università e territorio. Abbiamo fatto degli incontri con varie università (Foggia, Bari, ecc) senza  mettere  il cappello all’iniziativa che pure fonda le sue radici nella Borsa per la Ricerca for Sud.  Ci interessa che le cose si facciano e in questo senso abbiamo cercato un partner in grado di accompagnare questo processo. In questa attività di scouting si è molto impegnato il prof. Campiglia, e abbiamo trovato una sponda nella Mediterraneo Advisor srl, già fondo del Mezzogiorno srl.  Da qui il protocollo firmato oggi, votato da tutti gli organi di governo. La speranza è che queste iniziative possano sostenere gli sforzi fatti e le attese di tanti giovani e delle loro famiglie”.

Alla conferenza hanno preso parte, oltre al Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Aurelio Tommasetti, il Responsabile Campania di Mediterraneo Advisor Srl, Pompeo Lioi, e il Delegato al Fund Raising Unisa, Pietro Campiglia.

protocollo unisa mediterraneo

LASCIA UN COMMENTO