Destinazione Sud e Tom & Cherry, 2 progetti di Confindustria Salerno.

0
65

Si è tenuta questa mattina, presso la sala stampa di Confindustria, a Roma, la presentazione della “RETE DESTINAZIONE SUD”.

L’iniziativa, nata per iniziativa del Gruppo Alberghi Turismo e Tempo libero di Confindustria Salerno, conta l’adesione da parte di altre 4 associazioni territoriali: Confindustria Basilicata, Confindustria Cosenza, Confindustria Taranto e Confindustria Vibo Valentia; ed ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo turistico del mezzogiorno con strumenti innovativi.

Destinazione sud, che parte già con venti aziende turistiche, di Campania, Puglia, Basilicata e Calabria, è una rete d’impresa che intende potenziare la competitività delle aziende coinvolte, sviluppando azioni comuni di promo-commercializzazione on line, secondo le tecnologie più innovative.

Offerta turistica, risorse artistiche, culturali ed enogastronomiche del territorio, finalmente a sistema per aggredire nuovi mercati, e favorire la destagionalizzazione.

La rete opererà attraverso un portale per la vendita on line con un sistema di Dinamic Packaging, che consentirà al cliente di verificare la disponibilità del servizio, del prodotto, del biglietto aereo, del pacchetto, e di procedere direttamente all’acquisto.

Nella situazione economica attuale, il Gruppo Turismo di Confindustria Salerno, attraverso la costituzione di una rete, ha inteso dare un segnale di dinamismo incoraggiante del tessuto produttivo locale che rifiuta di arrendersi alla crisi rispondendo così all’assenza di efficaci politiche di sostegno al settore turistico.

Venerdì 4 luglio, alle ore 10.00 nella sede di Confindustria Salerno – Via Madonna di Fatima, 194 – avrà luogo la presentazione dei risultati del progetto “TOM & CHERRY’’(Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività) incentrato sulla sperimentazione di innovazioni di processo e di prodotto nella filiera dell’agroalimentare e della trasformazione del pomodoro.

Il progetto – che vede la partecipazione attiva e propositiva di quattro aziende del settore conserviero operanti in provincia di Salerno – si pone l’obiettivo di elevare il livello di competitività delle piccole e medie imprese del comparto; ottimizzare la qualità della produzione; migliorare i processi innovativi con particolare riferimento al risparmio energetico; incentivare la creazione di nuove produzioni export oriented; valorizzare gli scarti derivanti dalla trasformazione industriale.

Grande attenzione è stata riservata allo studio di contenitori innovativi per la commercializzazione delle conserve di pomodoro ed all’utilizzo dei cascami derivanti dalla lavorazione industriale per la produzione di olio a uso combustibile e cosmetico.

Al workshop interverranno: Mauro Maccauro, Presidente Confindustria Salerno; Prof. Aurelio Tommasetti, Rettore Università degli Studi di Salerno; Prof. Sebastiano Porretta, SSICA Parma; Dr.ssa Giovanna Dellapina, SSICA Parma; Prof.ssa Marisa Di Matteo, Università degli Studi di Salerno; Prof. Giuseppe Titomanlio, Università degli Studi di Salerno; Dott. Angelo M. Giuffrè, Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria; Annibale Pancrazio, Amministratore delegato Pancrazio S.p.A; Prof.ssa Ilaria Mignani, Esperto Tecnico Scientifico, MIUR ; Dr. Fabrizio Cobis Dirigente Generale per il Coordinamento e lo Sviluppo della Ricerca; On. Giovanni Romano Assessore Regionale all’Ambiente della Regione Campania.

Modera i lavori Vera Viola, giornalista de ‘‘Il Sole 24 Ore’’.

LASCIA UN COMMENTO