Contursi Terme, chiesta videosorveglianza per tutelare Tufaro.

0
50

Screenshot_2014-09-09_05.20.42Pubblichiamo la lettera scritta dall’Amministrazione Comunale di Contursi Terme in merito alla necessità di installazione di un sistema di videosorveglianza nell’area turistico-termale “Tufaro”, oggetto di conferimento illecito di rifiuti.

AI Sig. Presidente del Consorzio ASI SALERNO
Avv. Gianluigi Cassandra
SEDE
AI Sig. Presidente del Consorzio CGS SALERNO
Dott. Umberto Cioffi
SEDE
AI Sig. Comandante Stazione di Buccino del
Corpo Forestale dello Stato
~AI Sig. Comandante Stazione Carabinieri
di Contursi Terme
AI Sig. Comandante del Corpo della Polizia Provinciale
AI Comandante dell’Ufficio di Polizia locale
di Contursi Terme

Si fa seguito alle nostre precedenti numerose sollecitazioni scrille per rimarcare, ancora una volta, che, l’area turistico termale “Tufaro’ di proprietà di codesto Consorzio ASI e per la quale manutenzione è competente il Consorzio CGS, continua ad essere oggetto di abbandono illecito di rifiuti di ogni genere da parte di cittadini incivili che, vigliaccamente e senza alcun minimo senso civico, procedono a sversani lungo i marciapiedi, i bordi della strada e nei pressi dell’ingresso del campo sportivo.

Una gravissima situazione che viene generata da soggetli spregiudicati e criminali che, con il loro gravissimo comportamento, deturpano un’area turistica molto frequentata edanneggiano l’ambiente e la salute dei cittadini.

Lo scrivente Comune, ripetulamente e con frequenza quasi giomaliera, onde prevenire situazioni di pericolo all’igiene pubblica, é intervenuto per rimuovere rifiuti organici e rifiuti pericolosi ma, inesorabilmente, lo scempio si ripete.

Occorre intervenire subito con maggiore forza e determinazione! Occorre, innanzitutto, procedere all’installazione urgente di un sistema di videosorveglianza che vada amonitorare tutta l’area e funga, da un lato, quale deterrente e, dall’altro, favorisca l’azione sanzionatoria penale nei confronti dei criminali ambientali che continuano aviolentare quell’area nel dispregio delle nonme di legge che ne puniscono i contravventori.

Occorre, inoltre, sistematizzare gli interventi di manutenzione ordinaria e di pulizia dell’intera area, ove sono presenti strutture alberghiere e tenmali ed un campo sportivo di calcio, mantenendo sempre in funzione l’illuminazione pubblica che, ovviamente, scoraggia in buona parte l’azione dei soggetli che abbandonano illecitamente rifiuti sul posto.

Lo scrivente Comune ha richiesto ripetutamente di poter collaborare alla manutenzione e pulizia dell’area così come ha richiesto l’avvio di fonme di collaborazione, sempre in tal senso, con altri Comuni, con altri Enti Locali econ altri Enti Pubblici.

Alle forze di Polizia in indirizzo la presente viene sottoposta quale fonmale denuncia penale contro tutti coloro che, in violazione del codice penale, della nonmativa sull’ambiente e delle nonme regolamentari locali, abbandonano illecitamente rifiuti all’intemo dell’area turistico-tetrmale del ‘Tufaro’, nonché quale richiesta di attivazione di ogni relativa e necessaria iniziativa finalizzata al controllo ed al contrasto del fenomeno delittuoso, per la quale, lo scrivente Comune manifesta, sin d’ora, la propria e più completa disponibilità acollaborare.

LASCIA UN COMMENTO