Il 24 e 25 giugno l’Anffas di Salerno ricorda il suo fondatore a dieci anni dalla scomparsa.

0
69

Al via martedì 24 giugno il X “Memorial Giovanni Caressa” dedicato all’indimenticabile fondatore dell’Anffas che quasi cinquant’anni fa fondò a Salerno tra le più importanti strutture per l’assistenza socio-sanitaria e l’assistenza ai cittadini con disabilità e le loro famiglie in provincia di Salerno oggi guidata da Salvatore Parisi.

Il via alle 10.00 al Centro di via Del Tonnazzo (loc. Fuorni) con un torneo di calcio a 5 che coinvolgerà le compagini di quattro realtà associative del territorio: AGESCI – Gruppo Capi, ACLI Provinciale, Corpo Humanitas e Wend Barka. Seguirà esibizione della Scuola di Danza “Professional Ballet” di Pina Testa.

Nel pomeriggio, alle 15.30, presso il Salone dei Marmi del Comune di Salerno alla presenza, tra gli altri, del Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, si è svolto un convegno celebrativo sul tema “ICF e inclusione sociale”. Nella circostanza sarà premiato il Presidente Nazionale dell’Anffas, Roberto Speziale per l’impegno profuso nell’affermazione del diritto alla cittadinanza attiva dei disabili.


Nel corso del suo intervento, il Sindaco De Luca ha voluto ricordare Giovanni Caressa, “una figura amica che ricordiamo con affetto per la sua semplicità e per la sua tenacia nel perseguimento degli obiettivi di sostegno e di cura dei disabili. Ribadisco il sostegno della nostra amministrazione a quelle associazioni, come l’Anffas, che fanno insieme attività di cura e di cittadinanza attiva. Alcune forme di volontariato sono diventate nel tempo nuove forme di commercio e di nuovo investimento politico: uno dei motivi per cui abbiamo coltivato un rapporto di cordialità con l’Anffas è nel riconoscimento di un’associazione vera, seria, corretta, che riesce a produrre una qualità dell’assistenza di livello straordinario e a non partecipare al mercato che tante volte si realizza anche in questo campo. Siamo orgogliosi di essere una realtà all’avanguardia in Italia nelle politiche sociali, pur in un periodo di fortissimi tagli subiti dal governo nazionale: a fronte di tagli di quasi 40 milioni di trasferimenti pubblici, non abbiamo tolto una virgola alle politiche sociali. Manterremo questa nostra linea di attenzione e di sostegno. A voi – ha concluso il Sindaco rivolgendosi ai presenti – dico di stringere i denti. Dovremo riuscire a vincere qualche battaglia, per fare in modo che anche la nostra diventi una regione civile, nella quale si riesca a tutelare almeno il diritto della povera gente vera. Grazie a tutti per il lavoro straordinario che fate per i pazienti e per le loro famiglie”.

Il giorno succesivo, mercoledì 25, presso la sede dell’Associazione in via Del Tonnazzo in località Fuorni, si terrà il consueto torneo di calcio a cinque in cui gli ospiti dell’Anffas affronteranno le squadre dei centri di riabilitazione Anffas di Napoli. In serata la grande festa al Villaggio “Enea” sulla costa sud di Salerno con operatori, familiari e assisiti.

Nella mensa del Centro Anffas, inoltre, è stata allestita una mostra fotografica che ripercorre i cinquant’anni dell’Associazione.

LASCIA UN COMMENTO