Minori, l'impegno del Comune per una fruizione ottimale del litorale. La spiaggia libera laboratorio di educazione ambientale.

0
87

Spiaggia MinoriAnche per l’estate 2016 il Comune di Minori conferma e rilancia il proprio impegno per una fruizione agevole e completa del proprio litorale marittimo.

Nell’intento di migliorare sempre più le opzioni di fruizione della spiaggia ai cittadini residenti ed ai gentili ospiti, sono stati rinnovati i servizi a disposizione, con l’installazione di nuove docce calde e fredde, passerelle di ingresso all’arenile, ulteriori attrezzature per l’installazione di ombrelloni privati e aree di stallo per le imbarcazioni. Un insieme di servizi che qualificano lo spazio pubblico avviandolo a divenire sempre più uno spazio di assoluta qualità.

Lo stesso specchio d’acqua è stato interessato da una nuova regolamentazione con l’obiettivo di realizzare un campo boe a cui i cittadini possono aderire a tariffe molto agevolate.
Accanto a tutto ciò è confermata la presenza di uno tra i pochi centri benessere posizionati sulla spiaggia; la Otium SPA, che amplia e completa la gamma dei servizi offerti, favorendo inoltre il rafforzamento del brand della Città del Gusto.

L’impegno e lo sforzo dell’Amministrazione proseguono anche nella definizione di un nuovo concetto di spiaggia libera grazie alla presenza di volontari di ogni nazionalità inseriti, come nel 2015, nel progetto “Make it blue”, in collaborazione con l’Associazione AcArbio.

Grazie al loro impegno ogni giorno, e per tutta la durata dell’estate, saranno garantite l’accoglienza, la pulizia dell’arenile ed un laboratorio quotidiano di giochi con tematiche ambientali e molte altre iniziative all’insegna della tutela dell’ambiente e della promozione culturale.

Un modo innovativo di coniugare impegno civico, integrazione interculturale e tutela della biodiversità.

Alla presenza dei nuovi servizi si accompagna la conferma di quelli già introdotti negli anni scorsi tra cui i 30 ombrelloni e i 60 lettini riservati ai residenti a titolo gratuito nella spiaggia pubblica attrezzata.

Molte conferme e tanti nuovi servizi per dare sempre più slancio ed impulso all’azione di regolamentazione e di innovazione perseguita nel tempo.

Ancora una volta confidiamo nel senso civico e nella fattiva collaborazione dei singoli, così che ognuno possa vivere con serenità il mare e l’estate.

avviso prescrizioni uso spiaggia

La spiaggia libera di Minori, per il secondo anno consecutivo, diventa esempio concreto di come uno spazio pubblico possa essere un modello virtuoso e davvero di tutti, completamente gratuito.

E’ l’unico arenile pubblico della Costiera amalfitana dove si fa pulizia costante con un “Laboratorio ambientale” quotidiano dedicato ai bambini. Dove giovani provenienti da tutto il mondo fanno accoglienza con l’inclusione di “persone svantaggiate” del posto impegnate nelle diverse attività. E dove portatori di handicap potranno trovare un accesso agevolato.

Ciò è reso possibile grazie al progetto “Make it Blue” organizzato dall’associazione Acarbio in collaborazione con Yap Italia e il sostegno del comune di Minori.

Trenta ragazzi stranieri (nel primo gruppo ci sono russi, tedeschi, finlandesi,francesi e spagnoli) “muniti” di entusiasmo e voglia di conoscere questo territorio e i suoi abitanti, si alterneranno fino alle fine di agosto. Saranno quattro i campi estivi internazionali, coadiuvati e affiancati da Acarbio, che sul tema della sostenibilità ambientale è impegnata dal 2009 programmando azioni che rafforzano la candidatura Mab Unesco.

“Make it Blue” ha come scopo la sensibilizzazione sulla cura della risorsa mare e della qualità dell’ambiente e dei suoi servizi. Infatti sulla spiaggia libera, oltre ad esserci spazi adeguati, si trovano servizi come porta-ombrelloni, doccia, passerella in legno. E sotto un gazebo, dal martedì alla domenica (dalle 10 alle 12), un “laboratorio di educazione ambientale” per i più piccoli.

Con pennarelli, tempere, stoffa, sassi, e con alcuni oggetti recuperati sulla spiaggia e riciclati, ogni giorno con l’aiuto di esperti educatori, si affrontano temi diversi legati alla biodiversità e giocando sui quattro elementi: fuoco, acqua, terra, aria. E per chi vuole, anche in duplice lingua (italiano e inglese).

Un nuovo modo di vivere l’estate e soprattutto la spiaggia, che diventa un luogo di aggregazione, di divertimento e di educazione all’ambiente. Infatti, oltre alla pulizia costante dell’arenile, dello specchio d’acqua antistante (con l’uso di un pedalò spazzamare), del lungomare e del centro storico, i giovani volontari distribuiranno materiale informativo su come fare la raccolta differenziata, e sull’importanza di un uso sostenibile dell’ambiente. Cartelli riciclati e colorati, invitano infatti a non abbandonare i rifiuti, e a prendersi cura dell’arenile, perché come recita lo slogan “ La spiaggia libera di Minori è anche mia”.

Un questionario-sondaggio distribuito tra i bagnanti, rileverà come tutto questo lavoro viene percepito. E la prima edizione è stata promossa a pieni voti.

LASCIA UN COMMENTO