Fondo di sostegno morosità incolpevoli, la Cisl: la Regione ha fatto la sua parte, ma dai Comuni è ancora tutto fermo.

0
60

contratto-affitto-chiavi-cedolare-marka-488-255-kk0F--672x351@IlSole24Ore-WebFondo di sostegno per morosità incolpevoli, le amministrazioni comunali della provincia di Salerno non hanno ancora attuato le procedure per garantire un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà. La denuncia arriva da Vittorino Scarano, segretario generale del Sicet Cisl Salerno, che contesta l’immobilismo degli enti nonostante l’attivazione della Regione. “Sul Burc sono state pubblicate le linee guide da seguire, ma, eccezion fatta per Capaccio che a breve dovrebbe pubblicare il bando, nessun altro dei 158 Comuni del Salernitano si muoverà in tempi rapidi”, ha spiegato il responsabile del sindacato degli inquilini della Cisl.

Il Fondo, secondo il rappresentante del Sicet Cisl, rappresenta un’àncora di salvezza per gli inquilini che non riescono a pagare il fitto e che hanno ricevuto il primo provvedimento di sfratto. Il fondo è riservato a quanti hanno perso il lavoro, sono in cassa integrazione o si sono ritrovati con un reddito ridotto, che possono beneficiare di contributi riconosciuti dallo Stato per sanare la situazione.

“Opportunità come queste, credo, vadano colte al volo, in quanto rappresentano agevolazioni e supporti economici particolarmente utili per le famiglie che, per ovvie ragioni, sono in difficoltà. Speriamo che un cambiamento di tendenza possa partire proprio dal Comune di Salerno. L’ente della città capoluogo dia l’esempio. Ci auguriamo, ed insisteremo a tal fine, che venga predisposto, in tutti i centri della provincia, da chi di competenza, quanto necessario per l’adesione, nei tempi e nei modi previsti dal decreto in merito”.

LASCIA UN COMMENTO