Credimi, il contante digitale come finanziamento alternativo per le imprese, mercoledì 3 presso Confindustria Salerno.

0
1569

I prestiti digitali come canale di finanziamento alternativo per le aziende saranno al centro dell’incontro che si terrà a Salerno, il prossimo 3 ottobre, a partire dalle ore 15.00, presso la sede di Confindustria.

Tra i relatori, Ignazio Rocco di Torrepadula, fondatore e CEO di Credimi, che spiegherà come il digitale e la tecnologia aiutano le aziende a ottimizzare il circolante per crescere e innovare.

L’iniziativa, dal titolo “Servizi finanziari innovativi per le imprese: il circolante digitale”, è patrocinata da Confindustria Salerno e dall’Ordine dei Dottori Commercialisti di Salerno con l’obiettivo di approfondire le possibilità che il digitale offre alle imprese per finanziarsi.

 

Interverranno Edoardo Gisolfi, Presidente Gruppo Servizi Innovativi Confindustria Salerno, Salvatore Giordano, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti di Salerno, Sergio Cairone, Consigliere delegato alla FPC dell’ODCEC Salerno, Ornella Oropallo, Consigliere delegato all’evento dell’ODCEC Salerno.

 

Credimi (www.credimi.com) è un nuovo prodotto finanziario digitale, facilmente accessibile a ogni azienda italiana, che, grazie alla tecnologia, permette di rendere liquidi i crediti verso i propri clienti in 48 ore. I finanziamenti erogati creano risorse aggiuntive per la crescita, non vincolando la propria azienda alla lentezza di incasso dei crediti, e rendono più veloce, efficace ed economica la gestione del circolante, mobilitando risorse finanziarie che banche e società di factoring non permettono di liberare. Credimi è usato da aziende grandi, medie e piccole di ogni settore, tipicamente aziende moderne e in crescita, attente a sfruttare gli importanti vantaggi offerti dalla digitalizzazione.

Importanti realtà del territorio salernitano e campano hanno già adottato questo tipo di soluzione per finanziare la propria impresa.

Credimi è un itemediari finanziario autorizzato e supervisionato da Banca d’Italia.

A pochi mesi dall’avvio del servizio, ha già anticipato oltre 2000 fatture erogando finanziamenti per oltre 35 milioni di euro in tutta Italia.

 

Ignazio Rocco di Torrepadula, fondatore e CEO di Credimi, commenta: “La tecnologia sta rivoluzionando il modo di fare impresa: così come Industria 4.0 proietta le aziende manifatturiere del Paese verso una nuova dimensione di competitività, allo stesso modo il Circolante 4.0 consente di pensare in maniera radicalmente nuova alle modalità di finanziamento. Con strumenti come Credimi oggi è possibile trasformare il proprio capitale circolante in liquidità in maniera pressoché istantanea e completamente digitale. E’ un canale finanziario aggiuntivo che non intacca i fidi esistenti e diversifica le fonti di approvvigionamento. Le nostre risorse provengono dal risparmio delle famiglie, in particolare da fondi di gestione del risparmio, che comprano i nostri finanziamenti.”

 

Oltre ai  finanziamenti diretti alle singole PMI, Credimi offre finanziamenti anche attrverso il Credito di filiera: stringendo accordi con aziende di medio-grandi dimensioni, permette ai loro fornitori – di solito piccole o anche micro imprese – di anticipare le fatture con condizioni generalmente migliori e una flessibilità senza paragoni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here