Assicurare un autocarro: cosa dice la normativa vigente.

0
111

camioTra le polizze più comuni presenti sul mercato italiano rientrano da diverso tempo anche le assicurazioni per autocarri. Formule assicurative complete e fortemente personalizzate in base alle singole necessità dei consumatori.

Chiaramente anche la polizze per autocarri nel nostro Paese sono regolate da una precisa normativa e seguono regole differenti rispetto ad altre forme di assicurazioni.

In questa guida concentreremo la nostra attenzione proprio sulla normativa in materia di polizze assicurative relative agli autocarri, mezzi commerciali che per poter circolare liberamente sono ovviamente obbligati alla dovuta copertura.

 

Caratteristiche principali e funzionamento

In primo luogo corre l’obbligo di precisare come il funzionamento delle polizze per autocarri è differente rispetto a quello delle RC auto. Sono diversi gli aspetti che caratterizzano il funzionamento di questi tipi di assicurazioni, a cominciare dal costo del premio assicurativo. Infatti, contrariamente a quanto accade per le polizze auto, il costo delle assicurazioni autocarri tiene conto della del mezzo espressa in quintali e non della cilindrata del veicolo.

Sotto i 35 quintali il premio assicurativo avrà un costo, sopra i 35 quintali ne avrà tutt’altro. Per effetto di questa importante distinzione, nel caso di questi mezzi commerciali, la cilindrata non incide dunque sul premio finale da versare alla compagnia assicuratrice con chiari vantaggi economici. Altri aspetti decisamente favorevoli delle polizze autocarri riguardano il bollo e i pedaggi autostradali, agevolati per questi tipi di veicoli. Ma quando si parla delle assicurazione per gli autocarri occorre anche sottolineare, oltre agli evidenti e ai numerosi vantaggi, i limiti che caratterizzano queste polizze. Tra questi da segnalare il limite di sinistri generalmente coperti da queste assicurazioni: in un anno infatti le compagnie assicurative tendono a coprire non più di 2/3 incidenti. Questo perché trattandosi di veicoli commerciali gli autocarri annualmente sono soggetti a lunghe percorrenze e vengono guidati da diversi conducenti, elementi che aumentano di parecchio il rischio di incidenti.

Comunque per i proprietari di questi veicoli commerciali resta la possibilità, all’atto della stipula del contratto della polizza assicurativa, di pagare un premio aggiuntivo e richiedere una copertura per un numero superiore di sinistri. Inoltre, quando l’autocarro è di proprietà ed intestato ad una società, la copertura della polizza assicurativa sarà valida esclusivamente negli orari di lavoro, motivo per cui qualsiasi incidente che dovesse verificarsi fuori dall’orario lavorativo non sarà risarcito dalla compagnia. Un limite non applicato nel caso in cui il mezzo sia intestato ad un soggetto privato.

 

Altre garanzie

Anche nel caso delle assicurazioni per autocarro, le compagnie di settore propongono una lunga serie di estensioni di garanzia in aggiunta alla polizza di base. Tra quelle più comuni e più frequentemente richieste ricordiamo quelle relative al traino rimorchio e al carico e scarico delle merci. Con la prima estensione è possibile coprire anche i danni provocati dal rimorchio del mezzo commerciale, mentre la seconda serve per coprire gli eventuali danni causati nel corso del carico e dello scarico di merci.

In quest’ultimo caso la condizione è quella che le operazioni di carico e scarico vengano effettuate a mano. Non è finita qui, perché a queste ulteriori coperture vanno aggiunte quelle più conosciute come la polizza cristalli, la polizza incendi e furti, la polizza Kasko, etc. Sembra scontato, ma meglio sempre ricordare che il ricorso anche a una sola di queste coperture aggiuntive alla polizza base comporta il pagamento di un premio assicurativo più elevato, ragione per cui occorre valutare attentamente l’eventualità di far ricorso a queste soluzioni integrative per evitare una spesa che potrebbe risultare del tutto inutile.

 

E’ bene quindi prima di stipulare il contratto assicurativo conoscere nei dettagli tutte le clausole previste: massimali, scadenze, premio da pagare, eventuali franchigie, un valido modo per ridurre al minimo i rischi di futuri spiacevoli imprevisti. Un’operazione oggi piuttosto facile con l’aiuto del web, online si possono consultare le proposte delle tante compagnie presenti in internet e farsi un’idea ben precisa sul prodotto assicurativo da scegliere. Utilizzando strumenti decisamente efficaci come i comparatori online si possono inoltre mettere a confronto le diverse offerte e scegliere così quella che più rispecchia le personali necessità. Anche sulle assicurazioni per autocarri è quindi possibile risparmiare, importante è conoscere le soluzioni giuste da seguire per non commettere gravi errori.

 

LASCIA UN COMMENTO