Gerry Fezza chiude il ciclo di Cantina&Cultura martedì 27

Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame

Ultimo appuntamento di febbraio per Cantina&Cultura, il format pensato da Cantina Verace (via Antonio Maria De Luca 4, Salerno) per unire cultura ed enogastronomia nel solco della valorizzazione del nostro territorio.

Martedì 27, sarà ospite il fotografo Gerry Fezza che racconterà l’arte di parlare per immagini insieme a Brigida Vicinanza. Fezza è fotografo di fama, caratterizzato da una cifra stilistica che lo porta a raccontare la città di Salerno (e non solo) e i suoi volti. E’ inoltre tra i protagonisti di una rivoluzione che ha coinvolto il rione Fornelle. Da spazio inaccessibile, percepito come tendenzialmente pericoloso, stretto nel degrado, a borgo tutto da scoprire e aperto a gruppi di turisti che ne restano affascinati. Entrare a piccoli passi nella vita delle persone risulta spesso impervio e lo è ancora di più riuscire a ritrarle nella loro spontaneità: queste sono le basi e la forza del lavoro di Gerry Fezza; non si limita ad immortalare volti o a cogliere i momenti che agli occhi dei più potrebbero apparire significativi, bensì ricerca l’armonia della naturalezza che spesso diamo per scontata, intravedendo gli aspetti più consueti dei suoi soggetti, ma allo stesso tempo i più intimi. Una smorfia, un sorriso, un abbraccio, uno sguardo: son questi gli elementi che ricorrono e son essi stessi ad essere i veri protagonisti delle fotografie, protagonisti che celano e, allo stesso tempo, riflettono l’indole di chi gli è dietro. L’uso del bianco e nero diventa una politica nel lavoro dell’autore, una politica che tende a valorizzare l’espressività e la naturalezza delle persone, una politica che non pretende, ma considera e tiene per mano gli osservatori nella quotidianità di una città che sa concedersi solo a chi è in grado di rispettarla.