Salernitana, pari in casa con il Lecce, a Capezzi risponde Mancosu. Granata staccati dall’Empoli.

0
504
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

Alla fine è pari e patta tra la Salernitana e il Lecce con entrambe le squadre che si devono accontantare di un punto. Il gol di Marco Mancosu al 53° minuto ha permesso al Lecce di ribattere alla rete realizzata da Capezzi che aveva aperto le danze. Gara che si è chiusa con il risultato di 1-1

La Salernitana è riuscita a chiudere il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Leonardo Capezzi segnato all’11° minuto, la rete del pareggio è arrivata nel secondo tempo con Mancosu.

La formazione di Castori non trova i tre punti a Salerno, dopo la sconfitta a Brescia, e va a quota 25 punti dopo 12 giornate. E’ la rete di Capezzi all’11’ del primo tempo a sbloccare l’incontro, nella ripresa il pareggio di Mancosu su calcio di rigore. Ne approfitta l’Empoli, che stende 1-0 la Cremonese grazie al gran gol di Stulac, conquista il secondo successo di fila e scavalca la Salernitana in testa alla graduatoria di B. La formazione di Dionisi è prima con 26 punti.

«Sono soddisfatto della prova disputata, abbiamo affrontato una squadra davvero forte e le abbiamo concesso gol solo su rigore. Siamo stati sempre molto aggressivi, abbiamo segnato un bel gol. La prestazione è stata confortante e la risposta c’è stata». Fabrizio Castori, dopo il 90esimo di Salernitana-Lecce, è soddisfatto della prova disputata dai suoi ragazzi. «C’è voluta una Salernitana quasi perfetta. Il rigore è stato un episodio che ci ha penalizzato ma poi abbiamo avuto una grande occasione con Djuric che poteva darci il 2-1. La squadra non ha concesso quasi nulla al Lecce, nel computo generale le occasionissime le abbiamo avute noi. Loro hanno avuto il predominio ma lo sapevamo perché sono una squadra di qualità. I ragazzi hanno fatto quello che dovevano fare. È stata una partita molto combattuta. Dopo la sconfitta di Brescia ho avuto la risposta che volevo. Non è facile affrontare in tre giorni Brescia e Lecce per una squadra che fa dell’aggressività la sua forza. Siamo contenti di aver portato a casa almeno il pareggio. Noi siamo una squadra che vende cara la pelle con tutti, a volte s’incontrano squadre forti ma siamo stati bravi, abbiamo saputo stringere i denti. Secondo me abbiamo gestito molto bene la partita, siamo stati compatti, non abbiamo concesso grandi occasioni all’avversario».

«L’arbitro? Non volevo toccare questo tasto. Sono molto nervoso per come è stata gestita la partita. Aya ha preso due pugni in bocca e non sono stati sanzionati con il cartellino rosso. E questi sono episodi che possono determinare la partita. Io sono stato espulso per doppia ammonizione, spero non scatti la squalifica».

«Non si possono far giocare sempre gli stessi giocatori, altrimenti o si infortunano o non arrivano alla fine. Sono contento della prestazione di Gondo, se non gioca mai non prende mai la condizione. Djuric, Kupisz e Casasola dal 20 agosto non hanno mai saltato una partita e anche loro hanno bisogno di tirare il fiato».

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here