Salernitana, nell’ultima all’Arechi sconfitta col Verona.

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Termina 1-2 la sfida tra Salernitana e Hellas Verona. Vittoria meritata per i ragazzi di Baroni che hanno dominato la gara, creando tante potenziali occasioni da gol, sprecando molto soprattutto con Noslin e subendo gol al 90′ sull’unico tiro in porta effettuato dalla Salernitana. Tre punti che regalano l’aritmetica salvezza all’Hellas Verona, mentre la Salernitana ha affrontato questa gara senza particolare motivazione, data la retrocessione già certa da diverse giornate. Baroni ha compiuto impresa portando i suoi alla salvezza con una giornata di anticipo, squadra che era stata rivoluzionata nel mercato di Gennaio perdendo giocatori importanti, ma è riuscita a fare un girone di ritorno migliore rispetto a quello di andata.

Primi venticinque minuti dominati dall’Hellas Verona, i ragazzi di Baroni sono passati in vantaggio al 22′ con un gran gol di Suslov.

La seconda metà del primo tempo è stata molto combattuta ed equilibrata, ritmi di gioco molto più lenti e tante interruzioni di gioco per i molti falli commessi. Hellas Verona che ha raddoppiato praticamente a tempo scaduto con il gol di Folorunsho, con la difesa della Salernitana che sembra inspiegabilmente fermarsi, attendendo probabilmente il fischio di Di Bello per un fallo commesso nei confronti di Cabal.

Salernitana praticamente assente dal terreno di gioco, zero tiri verso la porta da parte dei ragazzi di Colantuono e tanta difficoltà in fase difensiva.

Nella ripresa i gialloblu controllano, Salernitana che non ha motivazioni nel cercare di recuperare lo svantaggio.

Al 90′, su calcio d’angolo, Fusco è bravo a stoppare il pallone e servire Pierozzi a rimorchio, il quale calcia forte col destro colpendo in pieno il palo, sul rimbalzo arriva Maggiore che appoggia in rete con un tap – in facile.

Salernitana che corre con grinta su ogni pallone per cercare un gol del pareggio che sarebbe clamoroso per quello che si è visto in campo, Hellas Verona che si difende senza correre rischi.

Così i granata si congedano dal pubblico amico con l’ennesima sconfitta.

Stefano Colantuono, tecnico della Salernitana, analizza così ai microfoni di DAZN l’ultima gara casalinga persa 2-1 contro l’Hellas Verona: “Nel primo tempo mi aspettavo di più, eravamo diversi da Torino, la grande voglia del Verona ci ha sorpresi. Siamo andati nel pallone, sul 2-0 diventa quasi impossibile rimettere le cose a posto, la partita l’abbiamo compromessa nel primo tempo”.

Ha provato a cambiare qualcosa?
“Nella ripresa abbiamo provato a palleggiare un po’ di più, sono mosse della disperazione per smuovere qualcosa. Mi dispiace molto, questa è stata una stagione maledetta. Non è facile preparare le partite, trovare stimoli. Già all’arrivo aspettavamo solo la matematica della retrocessione, qualcosa di buono abbiamo fatto. La partita della quale non sono contento è stata quella di oggi, anche con l’Atalanta c’è stata una buona prestazione così come contro la Fiorentina. Oggi la squadra non mi è piaciuta”.

Fusco la nota lieta?
“Fusco è un ragazzo serio che si allena molto bene, è toccato a lui anche se avrei voluto premiare tutti i ragazzi più giovani.

Come si prepara la prossima?
“Abbiamo una partita difficile, qualcosa ci inventere