Indomita, sconfitta anche per le ragazze.

0
671
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

L’Indomita lotta, ma cede in casa 1-3 nei confronti di Volley World Napoli. La compagine salernitana, raggiunta la salvezza, ha provato ad impensierire il sodalizio partenopeo che ha giocato molto bene mettendo a nudo le differenze fisiche e tecniche tra le due squadre.

La formazione allenata da Marco Mari si schiera in campo con Morea in regia; Naddeo e Izzo centrali; Arpaio (top-scorer di giornata con 19 punti) e Lamberti di banda; Liguori opposto e Maio libero, protagonista di grandissime difese. L’inizio delle atlete biancoblu non è malvagio, ma le viaggianti dopo lo svantaggio iniziale (7-5) riescono a ribaltare l’inerzia del parziale aggiudicandosi lo stesso, lasciando alle avversarie solamente diciannove punti.

Identico cammino anche nel secondo set: le salernitane iniziano bene, rimangono attaccate al parziale fino al 17 pari, ma cedono nella fase finale subendo il pesante break delle partenopee (1-8; 18-25). Meravigliosa la reazione dell’Indomita nel terzo set che impone la propria pallavolo, sfruttando anche il passaggio a vuoto di Pelella e compagne: le padroni di casa si spingono sino al massimo vantaggio (+6, 17-11), vengono superate nel momento clou (20-21), ma poi chiudono 25-22.

Il quarto set, però, vede l’Indomita essere in gara fino al 3 pari. Il break di quattro punti (3-7) operato da Volley World rimane praticamente tale fino alla fine del match: nonostante l’ottimo apporto di Arpaio (8 punti nel parziale), le ospiti chiudono la contesa sul 20-25.

Ora la sosta pasquale, un momento per ricaricare le energie e affrontare al meglio le ultime due sfide di campionato: il 28 aprile contro Cava, il 5 maggio si chiude alla Senatore contro Aversa.

 

Coach Marco Mari analizza la gara e i prossimi due impegni stagionali: “Sapevamo di affrontare una squadra forte: sono quinte in classifica, ma forse avrebbero meritato qualcosa in più per il valore espresso alla Senatore. E’ una squadra molto fisica, basti pensare a Lubrano, la palleggiatrice avversaria alta 1,85, buona mano e abile al muro. All’andata fecero una grande partita contro di noi: abbiamo perso 3-1, non dobbiamo sfaldarci e porci come obiettivo quello di chiudere al meglio la stagione. Eravamo un po’ scariche mentalmente, non le ho viste molto concentrare come la scorsa settimana come contro Primavera Avella in cui sotto di due set siamo riusciti a vincere e a guadagnare la salvezza con tre turni d’anticipo. Prendiamo ciò che di buono è stato fatto e andiamo avanti. Dobbiamo fare qualche punto, possibilmente cercando di vincere le prossime due partite: dopo la sosta pasquale andiamo a Cava vediamo come saranno messe tra due settimane, considerato che hanno lo scontro diretto contro Guiscards venerdì alla Palestra Senatore: daremo il massimo, poi, come sempre, deciderà il campo. Cerchiamo di valorizzare tutte le atlete al meglio: ho una squadra giovane, il mio obiettivo è quello di dare a loro maggiore confidenza in campo”

 

La schiacciatrice Silvia Arpaio, top-scorer di giornata: “Purtroppo la prestazione globale non è stata da dieci e lode, siamo partite molto rilassate. Finalmente ci siamo salvate e quindi, oggi, avevamo la testa un po’ verso Pasqua, ma poi ci siamo riprese alla grande: nel terzo e nel quarto set, infatti, abbiamo mostrato la nostra migliore pallavolo ma non è bastato. Purtroppo i nostri soliti cali ci hanno penalizzate. La loro posizione in classifica penso sia immeritata, reputo Volley World una delle squadre migliori viste alla Palestra Senatore, a parte le prime due in classifica. La trasferta a Cava non sarà mai una trasferta almeno per me, in quanto ci ho giocato: è come se fossero sono due gare in casa per me, speriamo di non esagerare a tavola a Pasqua (ride) e di rientrare subito in forma. Contro Aversa sarà davvero uno scontro diretto, da vincere assolutamente in una giornata di festa”.

 

Prende parola anche il dirigente Candeloro Plaitano:“Abbiamo affrontato una squadra molto ben organizzata in campo, con giocatrici d’esperienza. Primo e secondo set sono andati a loro appannaggio, le ragazze, però, hanno preso coraggio e hanno vinto il terzo, ma nel quarto hanno mollato. Sicuramente con la vittoria del quarto set, si poteva anche pensare alla vittoria con il tiebreak. La sconfitta non pesa in quanto l’Indomita è salva, ma chiaramente sarebbe stato ancora più bello chiudere l’anno con qualche punticino in più in classifica. Dopo Pasqua andremo a giocare a Cava, con la squadra locale che sta lottando per guadagnare un posto ai play-off, sarà una partita molto combattuta: speriamo di chiudere, poi, il campionato con una vittoria contro Aversa nell’ultima gara di campionato, sarebbe una soddisfazione dopo un anno non molto facile”.

 

ASD INDOMITA SALERNO – VOLLEY WORLD NAPOLI 1-3

(19-25, 18-25, 25-22, 20-25)

 

ASD INDOMITA SALERNO: Pagano, Izzo, De Rosa, Arpaio, Maio (L), Liguori, Falivene, Naddeo, Moffo, Sole, Lamberti, Morea. Coach: Marco Mari.

 

VOLLEY WORLD NAPOLI: Astarita (L1), Carbone, D’Abundo, Danisi, Di Spiezio, Lubrano, Marino, Pelella, Salvati, Todaro, Tolentino, Trimaldi. Coach: Luca Romano.

 

Arbitro: Rosario Adduci di Battipaglia.

LASCIA UN COMMENTO