Presentata all’Istituto Alberghiero “Roberto Virtuoso” di Salerno l’Equazione della Dieta  Eu-Mediterranea del professor Carlo Montinaro.

Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

E’ stata presentata questa mattina, nell’aula magna dell’Istituto Alberghiero “Roberto Virtuoso” di Salerno, diretto dalla professoressa Ornella Pellegrino, l’equazione della Dieta Eu-Mediterranea “Formula di vita”, inventata dal professor Carlo Montinaro, Primario Emerito del Reparto di Pediatria dell’Ospedale di Sarno, Professore di Storia della Pediatria , Preside  dell’ Università Popolare  Nuova Scuola Medica Salernitana, Presidente dell’Associazione Medica “Marco Levi Bianchini” di Nocera Inferiore,  che è  considerato l’ Einstein della Dieta Mediterranea  in quanto è stato il primo a  sintetizzare , in una formula matematica: ευ-𝐌𝐞𝐝 = { α, Φ, ∞ } ∉ ω,  i principi della dieta migliore al mondo da tutti conosciuta come  “La  Dieta Mediterranea”,  nata da  un’intuizione dello scienziato americano  Ancel Keys negli anni ’60, riconosciuta  dall’UNESCO  come patrimonio immateriale dell’umanità. “ Non si vive solo per mangiare, ma si mangia per vivere” –  ha spiegato Montinaro- “ E’ necessario che il cibo non sia solo un mezzo per vivere ma diventi un viatico garante del nostro essere, del nostro Genoma all’infinito” . Una targa, elaborata graficamente dalla professoressa Arianna Capozzolo, con la formula del professor Montinaro, sarà apposta in una delle sale del ristorante didattico “Al Virtuoso”, della sede di Via Pertini, ben visibile a tutti, soprattutto agli allievi dell’Istituto che hanno proposto che questa equazione possa essere inserita nel patrimonio immateriale dell’UNESCO. Ad annunciarlo è stata la vicepreside dell’Istituto, la professoressa Maria Daniele, durante il convegno “Ambiente, Salute e Territorio: valorizzazione delle tradizioni e dei prodotti campani” moderato dalla professoressa Mariafrancesca Buonerba, responsabile del progetto “Ben-Essere” da lei illustrato:” Il nostro Istituto si propone di favorire, anche attraverso la realizzazione di alcuni progetti,  il benessere dei suoi alunni”.

Hanno partecipato al convegno: il  dottor Gaetano Pagliuca, Veterinario Dirigente dell’ASL Salerno,  che si occupa di sicurezza alimentare, che ha ricordato le proprietà nutritive dei prodotti della pesca:” Pesci, crostacei e molluschi svolgono una funzione nutritiva di rilievo grazie all’apporto di proteine, lipidi, sali minerali e vitamine”. Il dottor Pagliuca ha anche spiegato come valutare lo stato di freschezza del pesce:” Bisogna controllare che l’occhio del pesce sia limpido, vivace e di forma convessa. Le branchie devono essere di colore rosso vivo, brillante. La consistenza delle carni deve essere soda ed elastica” e consigliato di stare attenti a consumare il pesce crudo: ” Potrebbe contenere parassiti come l’anisakis.  E’ necessario seguire adeguate procedure di congelamento tenendo il pesce  a  meno 20  gradi  centigradi per 24 ore ”; la dottoressa Anna Metello, Veterinaria del Dipartimento di Prevenzione Servizi Veterinari dell’ASL di Salerno, ha spiegato come leggere consapevolmente le etichette:”  Devono indicare la denominazione dell’alimento; l’elenco degli ingredienti; l’indicazione di sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze e le quantità di tali ingredienti o categorie di ingredienti; la quantità netta dell’alimento; il termine minimo di conservazione o data di scadenza; paese di origine o luogo di provenienza.  Leggere l’etichetta, che può considerarsi come la carta d’identità di un prodotto alimentare,  ci permette di diventare consumatori consapevoli e in grado di scegliere in base alla qualità del prodotto non basandoci solo sul prezzo  o sul marchio pubblicitario”. La dottoressa Angela Crudele, già direttrice del laboratorio di analisi dell’Ospedale di Sarno, ha ricordato l’evoluzione del progetto dell’ASL “La Salute si serve a tavola” che aveva l’obiettivo di incrementare l’uso della Dieta Mediterranea tra gli alunni delle scuole del territorio salernitano che  è stato diffuso negli ultimi dieci anni con ottimi risultati:” Abbiamo cominciato dal sensibilizzare gli alunni delle scuole elementari e i loro genitori. Abbiamo ottenuto ottimi risultati riguardo l’obesità infantile che è diminuita significativamente”.   Il dottor Giuseppe Avallone, specialista in odontoiatria ha ricordato gli elementi caratteristici della Dieta Mediterranea: ” Ci sono alimenti che sono alla  base della piramide alimentare da consumare quotidianamente o alcune volte durante la settimana, in proporzioni ben definite”. Il dottor Avallone ha spiegato che la prima digestione avviene in bocca: ” Mangiare in tutta fretta senza masticare a lungo e lentamente il cibo può essere spesso causa di problemi digestivi”. L’artista salernitano  Giuseppe Carabetta ha spiegato che esiste un connubio tra arte figurativa ed arte culinaria:” Il cibo è  sempre stato  per l’Arte una fonte inesauribile di ispirazione: è stato rappresentato, in epoche diverse,  dai pittori di tutto il mondo: dal Cenacolo, noto anche come l’Ultima Cena, di Leonardo da Vinci, ai famosi dipinti di frutta di Arcimboldo,  alla “Canestra di frutta” di Caravaggio alla “Tomato Soup della Campbell’s” e ai dolci di   Andy Warhol”.  L’incontro, organizzato con il patrocinio dell’Università Popolare Nuova Scuola Medica Salernitana – UNIPOSMS grazie al Rettore, il professor Pio Vicinanza. Alla fine del convegno è stato degustato, da tutti i presenti, un menù mediterraneo tipico campano a “scarto zero”, preparato dagli alunni del Virtuoso, coordinati dai professori: Franco Mancieri, Enza Mancusi e Claudio Napoli.

Aniello Palumbo