Maiori Festival, inaugurazione mostra d’arte a Palazzo Mezzacapo venerdì 15.

0
108

Entra nel vivo la stagione estiva del Maiori Festival con l’inaugurazione,  venerdì 15 Luglio, della XIV edizione di Arte nel Palazzo, la prestigiosa rassegna d’arte contemporanea ideata e curata da Angelo Criscuoli, che offrirà anche quest’anno ai visitatori della Costiera Amalfitana un’elegante selezione di opere d’arte di alcuni tra i migliori artisti italiani di fama nazionale ed internazionale.

Le sale superiori dello storico Palazzo Mezzacapo ospiteranno fino all’11 settembre gli oltre 50 capolavori degli 8 artisti partecipanti alla XIV edizione di questo piacevolissimo ed ormai imperdibile evento culturale, parte integrante del Maiori Festival e del programma estivo della Città di Maiori.

La mostra di ricercati quadri e sculture sarà arricchita, come sempre, dall’incontro diretto del pubblico con gli autori per approfondire lo stile, la tecnica ed i contenuti concettuali di opere uniche esclusive, spesso appositamente concepite per quest’importante esposizione in Costiera Amalfitana.

È questo, ad esempio, il caso di Marco Sciame (già Premio Arte Mondadori e Premio Biffi 2015 e vincitore del Premio Mediolanum nell’ultima edizione 2021 di Parma Art Fair), tra i protagonisti di questa edizione anche con la live performance “Van Gogh: racconto di una vita”(16 luglio ore 20.30), oltre che con i suoi straordinari dipinti divisionisti, in cui centinaia di linee di colore, millimetricamente distanziate e rigorosamente tracciate a mano, fissano sulla tela (o su pregiata carta d’Amalfi) luminose ed aleatorie visioni frammentate, generate da percezioni e pensieri altrimenti effimeri.

Ad anticipare l’inaugurazione delle 20.30, giovedì 15 luglio alle 18, a Erchie arriva Ludobus Artingioco Progetto Uomo, furgone pieno di giochi, idee, esperienze e professionalità ludiche che da oltre 20 anni progetta e realizza attività sociali, aggregative, educative, ludiche e culturali rivolte alle famiglie, ai bambini e ai ragazzi, ai giovani.

La ventennale esperienza nell’accoglienza residenziale dei minori ha permesso al progetto di acquisire un notevole know how circa i percorsi di protezione ed accompagnamento dei bambini ma anche sul sostegno alla genitorialità. Un’attenzione alle fragilità che non impedisce di guardare alla promozione del benessere in senso ampio ed articolato, anzi stimola a riflessioni ed approfondimenti sempre alla ricerca di soluzioni innovative per rispondere a bisogni complessi che cambiano nel tempo.

Il Ludobus Arti in gioco garantisce percorsi per ogni tipo di esigenza perché trasporta ovunque giochi, giocattoli, attività e laboratori adatti a tutte le fasce dì età e qualsiasi luogo può essere trasformato in uno spazio dove giocare.

A seguire, nell’ambito della XIV edizione di “Arte nel Palazzo”, il 23 Luglio ore 21.00, il maestro Mario Ferrante presenterà il suo primo libro “Diario di un ritrattista” (esordio letterario del 2021 sostenuto dall’Università Giustino Fortunato di Benevento), con il quale l’autore italo-brasiliano ci introduce nel suo mondo, tra luoghi e persone fonte d’ispirazione, analizzando il processo creativo ed esecutivo, oscillante tra estasi e tormento, che lo ha condotto, attraverso l’uso sapiente di spatole e pigmenti, alla raffigurazione di scenari così vivi e personaggi così palpitanti da scavare fin dentro l’anima dell’osservatore.

Il 24 luglio ore 21.15 ci sarà l’atteso “Incontro con l’artista” Carlo Alberto Palumbo, maestro di fama internazionale e Professore di Disegno, Anatomia artistica e Pittura presso Accademia di Belle Arti G. B. Tiepolo di Udine. Un pittore di talento e tecnica ineccepibili, che si manifestano, assieme al grande spessore culturale, in dipinti densi di citazioni poetiche, mitiche e letterarie, in cui corpi e volti dal sorprendente realismo sono avvolti in una seducente dimensione magica ed onirica. Le pose e i dettagli essenziali delle sue composizioni, accuratamente scolpiti da contrasti e sfumature di luci ed ombre, rivelano all’osservatore attento intuizioni filosofiche che superano il fascino immediato dell’immagine.

Non mancheranno, anche quest’anno, i raffinati acquerelli su carta d’Amalfi di Vittorio Petito, i cui incantevoli paesaggi senza tempo della Costiera, insieme ad alcune opere su Pulcinella, sono in esposizione, tra l’altro, anche nella meravigliosa Villa Cimbrone di Ravello.

La sala che affaccia sui giardini del Palazzo è invece interamente dedicata alle splendide marine di Amedeo Cianci, i cui colori ad olio materici restituiscono magicamente la suggestione delle onde, dei riflessi e delle trasparenze dell’acqua di mare.

Spiccano, nel percorso espositivo, alcune sculture figurative in legno dell’artista altoatesino Teo Mahlknecht, interprete minuzioso, ironico ed innovativo della tradizionale arte dell’intaglio dei maestri della Val Gardena.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here