Löwengrube, cucina bavarese al Maximall di Pontecagnano, inaugurazione lunedì 28.

0
479

Il 15° anniversario di Löwengrube – la catena italiana in franchising che promuove il concept autentico delle bierstube di Monaco di Baviera, con un modello di ristorazione immersiva in cui l’offerta gastronomica fa parte di un’esperienza a 360° – coincide con la ripresa del piano di sviluppo, rallentato dal lockdown, ma mai del tutto fermo.

A pochi giorni da quel 29 settembre che nel 2005 vide l’apertura del locale originario a Limite sull’Arno (Firenze), il brand mette la bandierina in una nuova regione, con l’inaugurazione del primo punto vendita in Campania. A fine settembre aprirà infatti il Löwengrube Klein all’interno del Centro Commerciale Maximall di Pontecagnano, in provincia di Salerno. Agli oltre 100 brand, per lo più internazionali, che caratterizzano la galleria commerciale includendo l’offerta per il food&drink break, Löwengrube aggiungerà l’esperienza autentica bavarese. Cresce così la rete e si amplia anche la copertura delle regioni italiane da parte del brand.

L’apertura rientra a pieno titolo nel piano di sviluppo della catena, che in occasione dell’accordo stretto lo scorso autunno con AB InBev, il più grande produttore di birra al mondo, aveva annunciato la volontà di arrivare a triplicare il numero dei punti vendita nell’arco di cinque anni, con nuove aperture in franchising ma anche ampliando il numero dei locali in gestione diretta da parte dei fondatori, Pietro Nicastro e Monica Fantoni.

Insieme al locale storico di Limite sull’Arno, ad oggi sono tre i punti vendita in gestione diretta: il wagen all’interno del Centro Commerciale Gli Orsi di Biella e la stube di Pistoia, riaperta durante l’estate con il nuovo biergarten, il più grande della catena con i suoi 2000 metri quadri.

Il punto vendita del Maximall di Pontecagnano consoliderà il nuovo concept design store del brand Löwengrube, che coniuga la cultura italiana del design di alto livello con le necessità funzionali, estetiche e commerciali degli spazi. Un concept che caratterizzerà anche l’attesa apertura in autunno della stube di Modena, che sarà la birreria più grande della catena con 1400mq su due piani, capienza di oltre 500 coperti interni più il biergarten estivo.

Sono in corso trattative ancora top secret per l’apertura di ulteriori punti vendita in Campania e in alcune grandi città italiane. All’orizzonte si concretizza anche la possibilità delle prime aperture all’estero.

Nel piano di espansione internazionale rientra anche la partecipazione dal 17 al 19 novembre al MAPIC di Cannes, il Salone leader mondiale del mercato immobiliare commerciale, che permetterà di presentare il brand della ristorazione a una platea internazionale che coinvolge tutti i grandi operatori del retail mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here