Coronavirus, le eccellenze della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina insieme.

0
390

“Dona ora e vivi il tuo sogno domani”.  È con queste incoraggianti parole che cinque eccellenze italiane del settore alberghiero e ristorativo della Costiera Amalfitana e Sorrentina, l’hotel Santa Caterina di Amalfi, il San Pietro e Le Sirenuse di Positano, Palazzo Avino di Ravello e il ristorante Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi, offrono 40 e-voucher per finanziare da subito l’attività di sperimentazione per l’emergenza covid-19 del prof. Paolo Antonio Ascierto della Fondazione G.Pascale di Napoli. Il progetto è realizzato insieme a Fondazione Melanoma onlus e all’azienda Takis, specializzata nella ricerca di nuove molecole.

SCARICA LA BROCHURE CON TUTTE LE INFO

Ogni e-voucher del valore di cinquemila euro, include, tra i vari servizi, una cena offerta da Don Alfonso 1890. Per partecipare, bisogna contattare l’albergo desiderato e, una volta comprovata la disponibilità dell’e-voucher, effettuare il bonifico di cinquemila euro sull’Iban della Fondazione Melanoma onlus (IT36 G030 6909 6061 0000 0067 055) con la causale “Insieme per il vaccino contro COVID-19”. Si dovrà poi inviare la ricevuta del bonifico all’albergo scelto che, dopo la ricezione dell’importo da parte della Fondazione, provvederà ad emettere l’e-voucher via e-mail. È possibile acquistare gli e-voucher fino a esaurimento dei 40 previsti.

Chi vorrà aderire all’iniziativa, potrà poi soggiornare per due notti nell’albergo prescelto, usufruendo dei servizi connessi. L’offerta sarà valida per 24 mesi a partire dal primo giorno di riapertura delle strutture ora chiuse causa disposizioni dettate dall’emergenza coronvavirus e previa la disponibilità delle date da concordare con gli alberghi.Per altre informazioni è possibile contattare telefonicamente direttamente le strutture.

“In questa fase – spiegano dalla Fondazione Melanoma – la velocità è essenziale: si è già disegnato i prossimi studi e stimato i costi. Occorrono 2 milioni per la produzione del vaccino in larga scala, gli studi regolatori e lo studio clinico di fase 1″. “Con il vostro contributo – affermano infine i promotore dell’ iniziativa – aiuteremo subito la ricerca e quando questa emergenza sarà finita si potrà beneficiare di un’accoglienza speciale. Il vostro aiuto sarà il nostro ospite più importante”. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here