Torna Primi Applausi, la rassegna di teatro per bambini.

0
543

Dopo l’inaugurazione di dicembre con Cinema Paradiso e con La bottega dei giocattoli, la rassegna di teatro-scuola Primi Applausi continua a febbraio con i seguenti appuntamenti:

 

  • 1-2 FEBBRAIO TEATRO AUGUSTEO

IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO / età consigliata 6 – 10 anni

  • 15-16 FEBBRAIO TEATRO VERDI

HANSEL E GRETEL DEI FRATELLI MERENDONI

età consigliata 6 -10 anni

  • Unica replica il 21 FEBBRAIO TEATRO VERDI

FUORI MISURA,

il Leopardi come non ve l’ha mai raccontato nessuno

età consigliata 12 -18 anni

Lo spettacolo

UN AMICO ACCANTO

in programma al TEATRO AUGUSTEO il 9 ed il 10 FEBBRAIO

 è stato annullato.

 1-2 FEBBRAIO TEATRO AUGUSTEO

IL TENACE SOLDATINO DI PIOMBO

un film da palcoscenico

da H.C.Andersen

un’idea di Fabrizio Pallara

di Valerio Malorni e Fabrizio Pallara
con Valerio Malorni/Francesco Picciotti e Fabrizio Pallara
produzione teatrodelleapparizioni/Teatro Accettella

Eolo Awards 2015 come miglior spettacolo di Teatro di Figura

Una stanza, molti giocattoli, una finestra che si affaccia su un esterno immaginario, la pioggia, le luci soffuse di un interno intimo e caldo, per raccontare la storia del soldatino di piombo e della sua ballerina.La celebre fiaba viene reinterpretata in un gioco in cui gli oggetti prenderanno vita parlando, combattendo, danzando, protagonisti di un film teatrale proiettato su un grande schermo in diretta.Il set è dunque la stanza dei giochi, il luogo in cui avviene la meraviglia e qui il teatro si mostrerà nel suo farsi al servizio dell’occhio della telecamera che, come il buco della serratura di una porta invisibile, offrirà agli spettatori uno sguardo inedito e privilegiato, per entrare nella storia osservando il piccolo e l’impercettibile.

Due piani di azione, due differenti visioni, due linguaggi a confronto, quello teatrale e quello cinematografico, che si sveleranno e si misureranno per unirsi e raccontare una grande storia d’amore.

 

 

 

età consigliata 6-10 anni

 

15-16 FEBBRAIO TEATRO VERDI

HANSEL E GRETEL DEI FRATELLI MERENDONI

Ideazione Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci

Con Pasquale Buonarota, Sara Brigatti, Alessandro Pisci

Scenografia Lucio Diana

Musiche originali Diego Mingolla

Maschere Francesco Sanseverino

Burattini Claudia Martore

Produzione Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus

Hansel e Gretel un bel giorno vanno nel bosco ad aiutare i genitori a tagliare la legna.

Ma è tutto un grande imbroglio perché i loro genitori li vogliono abbandonare nel bosco. Questo è solo il primo di una famosa trama di inganni. In questa fiaba infatti tutti i personaggi fingono, dicono bugie per ingannare qualcuno. Alla fine anche Hansel e Gretel impareranno a mentire e ingannare per salvarsi la pelle. Ma saper fingere è giusto o sbagliato? Lo spettacolo è una riflessione sulla sottile differenza tra finzione e inganno, immaginazione e illusione, ma se la finzione è condivisa da tutti allora può essere un gioco meraviglioso in cui farci coinvolgere senza paura, come il teatro.

La fiaba di Hansel e Gretel ci viene raccontata da due vecchi fratelli burattinai, i fratelli Merendoni, ultimi eredi di una antica famiglia di burattinai italiani. Dati per dispersi ormai da molti anni, li ritroviamo qui, pronti ancora una volta a fingersi Hansel e Gretel e ad ingannarci con i loro magistrali trucchi teatrali per il nostro piacere. Ricominciano da dove avevano iniziato, da una ingegnosa baracca e dai loro tipici burattini alla ricerca di un pubblico da conquistare. Guidati dal loro vecchio giradischi mettono inscena questo racconto del loro repertorio, travestendosi da Hansel e Gretel e manipolando i burattini dei due genitori. Ma i due burattinai, come in un rovesciamento della favola, vengono abbandonati dai loro burattini perché troppo vecchi e miseri, e finiranno così per rivivere sulla loro pelle le disavventure dei personaggi di Hansel e Gretel.

Benvenuti dunque nel teatro dei fratelli Merendoni, dove tutto è finto ma niente è falso!

età consigliata 6-10 anni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here