Il principe d’Egitto, ultimo appuntamento con C’era una volta, domenica 7 al Teatro delle Arti.

0
768

Giunge al termine il viaggio di “C’era una volta”, V edizione della rassegna ideata dalla Compagnia dell’Arte che, domenica 7 maggio al Teatro delle Arti (alle 11, 17 e 19) chiude il sestetto targato family show (i primi cinque sempre sold out nelle tre repliche) con un debutto: “Il Principe d’Egitto”.

Per l’ultimo appuntamento il regista e direttore artistico della stagione Antonello Ronga ha deciso di cimentarsi in una nuova produzione per la sua Compagnia dell’Arte: un racconto biblico trasformato in una avvincente musical.

La storia, particolarmente entusiasmante, trae spunto dai libri dell’Esodo dell’Antico Testamento, e racconta di Mosè. Una trasposizione teatrale per grandi e piccini, costruita per regalare emozioni e diffondere la magia del sogno. Per l’occasione sul palco salirà un cast composto da oltre 40 professionisti, tra attori e ballerini. Tra loro anche sette piccolissime ballerine impegnate nelle scene di massa. La regia è di Ronga, le coreografie di Fortuna Capasso e Davide Raimondo, le scenografie sono curate dalla Bottega San Lazzaro.

«Quella in programma è una chiusura col botto – dichiara il regista Ronga – per firmare non un addio ma un sorprendente arrivederci alla nuova stagione di “C’Era una Volta” per la quale ha già preso il via la campagna abbonamenti. Siamo pronti per ripartire con  sei nuovissimi titoli formato famiglia ed uno spettacolo in omaggio riservato ai genitori. In cartellone avventure e storie, favole e fiabe,  fantasia e realtà da vivere tutti insieme a teatro».

SINOSSI Abbandonato appena nato in una cesta sul Nilo, il piccolo Mosè viene accolto dalla moglie del faraone, cresce alla corte d’Egitto e diventa amico di Ramses, erede designato al trono. Per molto tempo, i due si divertono insieme e Mosè riceve onori e titoli importanti. Ma il loro legame fraterno si incrina, quando Mosè scopre la verità sulla propria origine: da quel momento tutto il suo mondo gli appare sotto una luce diversa e capisce di dover fare qualcosa per quella popolazione costretta solo ai lavori pesanti e tenuta sotto il tallone della schiavitù. Mosè deve confrontarsi con Ramses, fargli capire il ruolo che lui ora sente di dovere svolgere e che questo li mette uno contro l’altro. Le incomprensioni rimangono e Mosè comincia allora a radunare il suo popolo che, tra mille difficoltà, si mette in movimento. Una marcia irta di difficoltà, che Mosè affronta illuminato dalla fede e che, attraverso il mar Rosso, si conclude con il raggiungimento della terra promessa.

Il costo del tagliando è di 12 euro per l’adulto, 10 per il bambino.

Per informazioni: 089221807 – www.teatrodellearti.com.

LASCIA UN COMMENTO