Va a Scafati il derby tra Givova Ladies e Todis Salerno.

0
239

Una sfida molto emozionante, ed estremamente equilibrata per tutti i 40 minuti. Lo dimostrano i parziali. Il primo periodo si conclude con appena un punto di vantaggio per i padroni di casa (11-10). Gap che viene confermato anche nel secondo quarto che termina con un parziale di 11-11. La prima metà di gara è stata caratterizzata da un forte “testa a testa”. Salerno Basket provava a scappare, e la Givova Ladies non mollava un solo centimetro. Nel terzo periodo si è visto materializzarsi un leggero vantaggio per la compagine salernitana, con il quarto che si conclude sul risultato di 37-31. Ma è l’ultimo periodo a regalare le emozioni più forti ed in particolare gli ultimissimi secondi di gara. A 18” dal termine della partita, Salerno è in vantaggio per 43-42 e, con due tiri liberi, ha la possibilità di chiudere definitivamente il match. Dalla lunetta, però, la salernitana Giulivo sbaglia entrambi i tiri. Ed è in questo momento che si ribalta tutto. Rimessa a metà campo per la Givova Ladies e fallo per le neroarancio proprio sulla sirena. Sulla lunetta c’è Emi García Leon, che ne mette 2 su 2. Il resto è magia, abbracci e tanta gioia. La Givova Ladies porta a casa il derby contro Salerno vincendo al fotofinish per 43-44.

Una vittoria in cui hanno influito senza dubbio le scelte dello staff tecnico, ed in particolare del Coach Nicola Ottaviano, che al termine della gara ha così commentato: “È stato determinante l’atteggiamento: le ragazze non hanno mai mollato.  Buono l’approccio di Anna Stoyanova, che ha realizzato 18 punti fondamentali, e di Marilù Sapienza che sotto canestro ha lottato a rimbalzo, anche da sola, contro le forti lunghe di Salerno Manna, Berardi, Codispoti e Panniello, poi, hanno difeso intensamente recuperando palloni importanti. Infine, ma non meno fondamentale, anzi, la freddezza di Emi García Leon che ha realizzato i due tiri liberi che ci hanno portato alla vittoria. Mi è piaciuto molto anche l’atteggiamento delle ragazze che erano in panchina perché hanno incitato le proprie compagne dal primo all’ultimo minuto. Un grazie, inoltre, anche e soprattutto a chi ci segue in trasferta non facendoci sentire mai soli”.

Una vittoria che, in vista della pausa natalizia della Serie B, regala, oltre a due punti fondamentali per la classifica, anche una carica di adrenalina e di ottimismo all’interno ambiente. Ne è soddisfatto il General Manager, Maurizio Prete: “La vittoria contro Salerno  è di fondamentale importanza, non solo ai fini della classifica e per il prosieguo del campionato, ma soprattutto per tutto il gruppo e per il morale di squadra e staff. A mio avviso è una giusta ricompensa per tutti i sacrifici e il lavoro che fanno di giorno in giorno. Questo buon 2019 chiuso con sette vittorie su dieci gare, per la squadra di B, però, deve essere solo il punto di partenza per continuare, con il duro lavoro, a migliorarsi e puntare sempre più in alto”.

Un vero e proprio harakiri. La Todis Salerno ’92 perde al fotofinish contro la Givova Ladies Scafati: decisivi i liberi conquistati sulla sirena e realizzati da Garcia Leon per il 43-44 finale.

Primo quarto equilibratissimo (11-10), con le due squadre accorte e vogliose di fronteggiarsi senza rischi. Nel secondo quarto apre la tripla di Stoyanova. La Todis resta concentrata e ingaggia un testa a testa emozionante: a metà quarto la bomba di Scolpini fa gioire il PalaSilvestri (22-18), ma la scafatese Berardi la imita poco dopo. Salerno non gestisce al meglio le azioni offensive negli ultimi due giri di lancette che precedono l’intervallo, Scafati fa altrettanto e per oltre quattro minuti non segna più nessuno fino al riposo. Il terzo periodo è aperto dalla grande giocata nel pitturato di Cragnolino, che costruisce un canestro importante per il morale. Passano pochi secondi e Duran costruisce un gioco da quattro punti. Al 25’ Salerno va sul + 9 coi liberi di Paradisi e Cragnolino. Scafati non segna, va nel pallone. Giulivo dalla lunetta, poi Gomez e Todis a +14 a tre e mezzo dal 30’ (35-21). Stoyanova rompe il digiuno con una tripla dopo la strigliata del suo allenatore in un timeout. Che fa effetto. Garcia Leon, Sapienza e ancora Stoyanova fanno il -6. A venti secondi da fine periodo Giulivo dà respiro, poi Sapienza fa due su due dalla lunetta: 37-31 alla mezzora. Problemi di falli per Duran, Salerno gioca senza la venezuelana praticamente per tutto l’ultimo periodo, in cui Scafati parte forte e sorpassa. Decisiva una tripla di Garcia Leon (37-3) a 6’ dalla sirena. Parità dopo tre minuti grazie a Cragnolino (40-40). Gomez dalla distanza per il controsorpasso, il finale è palpitante: 43-42 a 18 secondi dalla fine, rimessa in attacco per Scafati che colpisce il ferro. Salerno avrebbe la possibilità ghiotta con Giulivo dalla lunetta, ma sbaglia entrambi e i tre secondi finali fanno stare tutti col fiato sospeso. Rimessa ospite a metà campo, fallo per Scafati proprio sulla sirena: Garcia Leon è lucida, la Givova passa 43-44.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here