Salernitana, Lotito ha scelto Drago, il crotonese chiede un progetto giovani e nicchia. Pronto in alternativa il gestore Bisoli.

0
57

Massimo-Drago-Crotone1Mettiamola così: Drago è il prescelto ma se non cambia il vento la panchina della Salernitana andrà a Bisoli. Ighli Tare ha iniziato in tempi non sospetti i sondaggi con Massimo Drago, reduce dalla salvezza con il Crotone.

Classe 1971 è crotonese doc e da calciatore ha mosso i primi passi con una squadra di club della sua città. Breve apparizione in B con l’Avellino, tanta gavetta tra C e Interregionale prima di iniziare la carriera di allenatore con il settore giovanile del Crotone.

Poi l’approdo in prima squadra con eccellenti risultati. Ha conseguito il patentino per allenare in massima serie con Inzaghi e Stramaccioni. Ama lavorare con i giovani ed al momento è proprio questo il principale ostacolo nella trattativa. Drago ha chiesto di rivedere un po’ di cose (ricordate Bernardeschi e una squadra dall’età media che sfiorava i 23 anni nel 2014?).

Soddisfare questa richiesta vorrebbe dire rivoluzionare in toto l’organico che ha vinto il campionato di Lega Pro. Gioca con il 4-3-3, modulo da sempre amato dai salernitani. Con lui in panca, gli estimatori sono pronti a scommettere, si rivederebbe il bel gioco da queste parti ma per vincere le sue resistenze la società dovrà cercherà di mediare e di mettere sulla bilancia il progetto tecnico giusto.

Per l’aspetto economico non ci sono problemi e la piazza l’entusiasma e non poco….

In caso di no, al momento l’operazione non è agevole, spazio al grintoso gestore Bisoli, tecnico che potrebbe incontare anche un maggiore feeling con il dg Fabiani che sposa solo in parte il progetto di una squadra più giovane (Drago sarebbe ottimo per la valorizzazione di qualche giovane della Lazio). La risposta definitiva di Drago arriverà entro fine mese e con Bisoli, a meno che non sia attratto da sirene di massima serie, c’è qualcosa in più di un pour parler.

Menichini fa parte già del passato. Anche le dichiarazioni rilasciate in queste re (“L’anno scorso la Salernitana ha chiuso al nono posto e quando sono arrivato mi avevano chiesto i play off”) sono la conferma dell’addio.

Ieri lo stato maggiore granata, con Fabiani in testa, ha assistito al pari della Berretti con l’Aversa Normanna. Sugli spalti, oltre i tecnici delle giovanili De Cesare, Fusco e Ginestra, c’era anche il dg della Paganese Cosimo D’Eboli.

Giuseppe D’Alto

LASCIA UN COMMENTO