Givova Scafati, primo successo casalingo stagionale contro San Severo.

0
255

E’ durata praticamente solo un quarto la partita valevole per il terzo turno del girone
arancione della SuperCoppa Centenario 2020 tra Givova Scafati ed Allianz Pazienza San
Severo. Sul parquet del PalaMangano, infatti, i padroni di casa hanno sofferto per poco più di
10’, poi sono riusciti a trovare le giuste contromisure sull’avversario e sono riusciti a prendere il largo sin da subito.

Ad agevolare il compito alla compagine dell’Agro è stato senza dubbio un
metro arbitrale molto severo, che ha penalizzato oltremodo i viaggianti, orfani di Jones e
Contento già nella seconda frazione, entrambi espulsi (fallo antisportivo e tecnico per il primo; due antisportivi per il secondo).

Al di là di tali episodi, è apparsa comunque evidente la crescita della formazione campana sia dal punto di vista fisico, che mentale ed organizzativo (bene in difesa e forte a rimbalzo), rispetto all’ultima gara ufficiale a Latina. E ciò sebbene in campo mancassero sia Culpepper che Sabatino, entrambi alle prese con problemi muscolari.

LA PARTITA
Inizio arrembante dei gialloblù, che si portano subito sul 5-0 al 3’. L’ex Contento, con due
triple di fila, ribalta il risultato in meno di un amen (5-6 al 4’) e, con il supporto di Di Donato, la
forbice del divario si allarga ulteriormente (5-9 al 4’). Gli strenui tentativi dei locali di affermare
la propria leadership si infrangono contro il ferro. I pugliesi, nonostante la girandola dei cambi
sia da una parte che dall’altra, riescono invece a conservare a lungo la testa della sfida. Solo
all’8’ un canestro di Bianchi (aggregato agli allenamenti da pochi giorni) riporta avanti la Givova Scafati (17-16), che riesce così a chiudere in vantaggio anche il primo quarto con un canestro da oltre nove metri di Rossato (24-20).
Il buon momento dei padroni di casa prosegue anche alle prime fasi della seconda
frazione, tant’è che, col trascorrere dei minuti e con il progressivo aumento dell’intensità
difensiva, cresce anche il margine di distacco: una tripla di Cucci al 13’ porta la Givova sul +11 (34- 23). Il time-out chiesto da coach Lardo non arresta l’energia dei locali, che, grazie ad un fallo antisportivo prima e un fallo tecnico poi fischiato a Jones (di conseguenza espulso) raggiunge anche il +14 (37-23 al 14’). Ma non finisce qui: due antisportivi fischiati a Contento mettono anche lui fuori dalla contesa, che resta sempre più saldamente nelle mani dei locali (45-25 17’), avanti 54-30 all’intervallo.

Qualche buona palla recuperata in difesa e canestro in transizione valgono il vantaggio
gialloblù di 64-30 al 24’. Con San Severo che fatica a tenere il campo come nei primi minuti,
nonostante la disposizione difensiva a zona (3-2), la truppa dell’Agro, con grande serenità e
scioltezza, macina gioco e canestri a ripetizione. I progressi e gli evidenti miglioramenti della
squadra rispetto alla precedente uscita ufficiale valgono il 77-41 di fine terzo periodo.

L’ultima frazione regala pochi spunti: la Givova Scafati è brava a tenere costantemente in mano il pallino del gioco e a tenere a debita distanza l’Allianz Pazienza San Severo che, dal canto suo, prova a fare il possibile per dare un senso alla propria sfortunata prestazione (80-51 al 35’). La sirena suona sul 92-61 in favore dei padroni di casa, che così portano a casa la prima vittoria in una gara ufficiale della nuova stagione agonistica.
LE DICHIARAZIONI
Coach Alessandro Finelli: «Dobbiamo riconoscere che San Severo è più indietro di noi a livello di condizione fisica, in virtù del periodo di quarantena che l’intera rosa ha dovuto recentemente sostenere. L’espulsione a metà gara circa di Jones e Contento ha poi tolto due importanti protagonisti dal campo, permettendoci di scavare il solco. Dobbiamo comunque registrare dei netti miglioramenti, a partire dalla compattezza difensiva e dal lavoro al rimbalzo fatto soprattutto dai nostri lunghi italiani. L’aggressività difensiva ci ha permesso di giocare a campo aperto. Mi è poi piaciuta la lucidità e concretezza mostrata al cospetto della zona 3-2 imbastita da coach Lardo, che per la prima volta abbiamo incontrato finora. Voglio evidenziare infine anche la bella energia mostrata da Rossato, che ha disputato una partita a tutto tondo, sia difensivamente che offensivamente»

I TABELLINI
GIVOVA SCAFATI – ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO 92 – 61

GIVOVA SCAFATI: Musso 9, Giordano 3, Bianchi 4, Marino 6, Malpede, Thomas 14, Rossato 19, Sergio 8, Benvenuti 16, Cucci 13, Nsesih. Allenatore: Finelli Alessandro. Assistente Allenatore: Di Martino Umberto.

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO: Mortellaro 4, Antelli 4, Petrushewsky, Buffo, Contento 6, Pavicevic 11, Di Donato 17, Jones 2, Ikangi 4, Ogide 13. Allenatore: Lardo Lino. Assistente Allenatore: Piersante Giacomo.
ARBITRI: Scrima Alberto Maria di Catanzaro, Longobucco Andrea di Ciampino (Rm), marziali Silvia di Frosinone.

NOTE: Parziali: 24-20; 30-10; 23-10; 15-21; -. Falli: Scafati 23; San Severo 25. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: Jones, Contento. Tiri dal campo: Scafati 29/65 (44,6%); San Severo 19/56 (33,9%). Tiri da due: Scafati 17/36 (47,2%); San Severo 10/32 (31,3%). Tiri da tre: Scafati 12/29 (41,4%); San Severo 9/24 (37,5%). Tiri liberi: Scafati 22/29 (75,9%); San Severo 14/23 (60,9%). Rimbalzi: Scafati 49 (15 off.; 34 dif.); San Severo 29 (6 off.; 23 dif.). Assist: Scafati 21; San Severo 9. Palle perse: Scafati 13; San Severo 18. Palle recuperate: Scafati 11; San Severo 3. Stoppate: Scafati 5; San Severo 2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here