Arsenal Salerno, 3-0 alla Boschese.

0
10

stemmaarsenalsalernoTris di assi per l’Arsenal Salerno che liquida la pratica Boschese con i goal di Brigantino e di un super Gioia autore di una doppietta e di una traversa.

Dopo due minuti dall’inizio del match è subito Arsenal pericoloso, con Brigantino che solo davanti al portiere servito da Gioia tenta un pallonetto, ma non riesce ad imprimere la giusta forza per siglare e sbloccare la partita. Al 10’ sono ancora i rossoblu di Pinto che ci provano con Gioia, che diventa subito lo spauracchio della difesa avversario, ma il tiro del furetto picentino, si perde di poco a lato del portiere Russo. Al 22’esimo è “Briga Brigantino” che piazza un autentico eurogoal, alla sinistra del portiere avversario: 1 – 0 per l’Arsenal Salerno. Poco dopo lo sfortunato Enzo Brigantino, è costretto ad uscire per infortunio, al suo posto entra Giuliani. Al 34’esimo prima azione pericolosa della Boschese con lancio in area di Marrazzo che non trova la testa di qualche compagno e azione che sfuma. Il forcing offensivo dei tre rapidi davanti dell’Arsenal ovvero di Saggese, Giuliani e Gioia, mettono in grossa difficoltà gli avversari e infatti al 39esimo Gioia trova la stoccata vincente, con un bolide di destro, che si piazza nell’angolo più alto dove Russo non può nulla: 2- 0. Sullo scadere è Giuliani che ci prova ma non riesce nell’intento, davvero sfortunato e non al top l’attaccante dell’Arsenal.

Il secondo tempo si apre ancora con un Arsenal arrembante, con il duo Giuliani – Gioia che si cercano ma non riescono a trovare la via del terzo goal. Al nono però è la Boschese, che prova ad accorciare le distanze con Mastellone che colpisce la traversa. Al 21esimo sono ancora i biancocelesti a rendersi pericolosi, con un tiro preciso ma debole di Marrazzo che Petrelli para e manda fuori. Al 25esimo Giuliani si divora un goal fatto, mentre più tardi è Gioia che al 31esimo colpisce una traversa che probabilmente sta vibrando ancora. Al 37esimo l’Arsenal Salerno chiude definitivamente i conti, con Saggese che rubando un pallone agli avversari, passa a Gioia che più lesto di tutti, prende il pallone, dribbla il portiere e finalizza il 3 a 0, felicità ed esultanza per Vittorio Gioia, acclamato dai tifosi.

Termina dunque la partita sul punteggio di 3 a 0 con grandi goal ed emozioni, sul finale peccato per l’infortunio di Palumbo che nella difesa a 4 con Coccorullo, Porpora e Garaffa e Petrelli tra i pali, nelle ultime tre partite hanno subito solo 2 reti a fronte di 8 reti segnate, con un ritrovato Gioia, un Saggese superstar ed un Giuliani, che nonostante a mezzo servizio, mette sempre in difficoltà gli avversari, oltre alla bella prova di Brigantino che ha dimostrato carattere e forza. A centrocampo invece, un immenso Giraulo, un ritrovato Gorga e un coriaceo Iacoletti con il funambolico Borrello, hanno costruito un’autentica diga fatta di quantità e qualità.

Mister Pinto: “Una prova magistrale da parte dei miei che hanno dimostrato duttilità tattica e buone manovre offensive. Sono contento per i ragazzi e per l’ottima partita giocata, ai quali vanno i miei complimenti. Dobbiamo lavorare come stiamo facendo, nonostante gli acciacchi e gli infortuni che ci perseguitano. Avanti così.”

Giuseppe Palo (dg Arsenal Salerno): “Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Complimenti a mister Pinto e ai ragazzi contro una squadra ostica, molto difensivista che ha bloccato squadre blasonate. Complimenti soprattutto a Gioia, che nonostante le pressioni delle ultime settimane, ha dimostrato il suo valore, svolgendo un’ottima prova. Continuiamo a lavorare a testa bassa, crescendo e migliorando giorno per giorno, nonostante questi maledetti infortuni, che anche oggi ci hanno segnato, con Brigantino e Palumbo, costretti anzitempo ad abbandonare il campo di gioco. Adesso pensiamo già al prossimo avversario, in un campionato equilibrato e difficile.”

LASCIA UN COMMENTO