Espiantati organi all’Ospedale di Nocera.

0
99
L'estermo del pronto soccorso dell'ospedale 'Umberto I' di Nocera Inferiore (Salerno), dove è morta una bambina di otto mesi, 22 giugno 2019. Sul corpo della piccola sono stati riscontrati lividi, ecchimosi ed anche lesioni. La bambina risiedeva nel quartiere di San Lorenzo a Sant'Egidio del Monte Albino insieme aì genitori, che sono stati indagati per omicidio. ANSA/LUIGI PEPE

Questa mattina presso l’ospedale di Nocera Inferiore è stato effettuato un espianto di organi.
Sono stati prelevati il cuore, il fegato, i reni e le cornee, espiantati dalle equipe giunte a Nocera dagli ospedali dove gli organi sono stati destinati per essere trapiantati su pazienti in attesa.

Dopo aver ottenuto l’ok da parte dei familiari, alle 21 di ieri sera era iniziato il periodo di
osservazione da parte della commissione di accertamento di morte cerebrale, coordinata dal dott. Massimo Petrosino a composta dai dottori Gaetano Aprea, Claudia Cancella, Giuseppina Salomone e dal tecnico Gennaro Barone.

Alle 04.00 di questa mattina sono iniziate le operazioni di espianto, avvenute in constante contatto con la centrale operativa del Centro Regionale Trapianti della Campania.

Determinante, per la buona riuscita delle operazioni, è stata la perfetta sinergie fra le equipe
chirurgiche, i laboratori, il servizio navette, la logistica, e le tante figure professionali coinvolte
nell’evento, e l’apporto della Polizia Stradale, che ha scortato un’equipe medica dall’aeroporto di Capodichino all’ospedale di Nocera.

La Direzione Generale manifesta alla famiglia del donatore il proprio cordoglio per la grave perdita, unitamente alla gratitudine per la forza dimostrata, in una circostanza così tragica, compiendo tale gesto di amore e solidarietà verso gli altri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here