Governo, 500 milioni per le periferie, ci sono Napoli, Salerno ed Avellino.

0
498

Ventiquattro primi cittadini, con fascia tricolore, hanno firmato questa mattina nella sala dei Galeoni di Palazzo Chigi, con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, le convenzioni per la realizzazione di progetti di riqualificazione delle periferie.

“Oggi – ha detto Gentiloni – si materializza un impegno da 500 milioni per i 24 progetti migliori classificati per le periferie. L’impegno riguarda in tutto 120 interventi, quindi altri 95 rispetto a quelli di oggi: le disponibilità economiche ci sono, il Cipe ha stanziato altri 800 milioni dei 1,6 miliardi, gli altri 800 milioni fanno parte del fondo per le infrastrutture. E ai 2,1 miliardi saranno aggiunti fondi pubblici e privati per un totale di circa 3,9 miliardi.

Uno stanziamento molto rilevante”. Le città che hanno firmato oggi sono: Bari, Firenze, Milano, Bologna, Avellino, Lecce, Vicenza, Bergamo, Modena, Torino, Grosseto, Mantova, Brescia, Andria, Latina, Genova, Oristano, Napoli, Ascoli Piceno, Salerno, Messina, Prato, Roma.

Il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli – accompagnato dagli assessori Roberto De Luca e Mimmo De Maio – ha incontrato, questa mattina, insieme ad altri sindaci, a Roma, il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

“È stato – ha detto il primo cittadino – un incontro molto importante organizzato in prosecuzione di quello che era un impegno di Renzi. Si tratta di un programma straordinario di intervento sulla riqualificazione urbana e sicurezza nelle periferie delle città. Al finanziamento sono stati ammessi 24 comuni e città metropolitane. Lo stanziamento per Salerno riguarderà prevalentemente le aree di Fratte, Matierno, Ogliara e Brignano con un finanziamento di circa 26 milioni di euro (di cui circa 8 milioni a carico di privati). Grazie a questi interventi riusciremo a portare avanti la nostra idea di come sarà la Salerno del futuro, dove le periferie sono e saranno sempre più il cuore pulsante della nostra città”.

LASCIA UN COMMENTO