Torna Positano, Mare, Sole e Cultura, primo appuntamento giovedì 25 a Palazzo Murat con Vittorio Feltri e Bernard-Henry Lévy.

0
73

Positano_invito2015-page-001La rassegna letteraria Positano 2015 Mare, Sole e Cultura, presieduta da Aldo Grasso, quest’anno dedicata al tema “La danza del pensiero”, alza il sipario sulla XXIII edizione con una riflessione su “La libertà e i suoi fantasmi”. La rassegna rientra nel più ampio progetto “Positano premia la Danza-Capri Danza International- Positano Mare Sole e cultura” (piano di azione coesione delibera di giunta regionale n.45 del 9/2/2015 “itinerari”) promossa dal Comune di Positano.

Giovedì 25 giugno, (Palazzo Murat – ore 21.00) Vittorio Feltri, autore di “Non abbiamo abbastanza paura” (Mondadori), Giulio Giorello, autore de “Il fantasma e il desiderio” (Mondadori –ANTEPRIMA), il filosofo Bernard –Henri Lévy e l’editorialista del Corriere della Sera, Aldo Grasso, si interrogheranno su uno dei princìpi cardine della democrazia occidentale, la libertà di espressione, e su ciò che ha rappresentato l’attentato terroristico alla sede della rivista satirica parigina «Charlie Hebdo».

Oggi il nemico sembra essere quella parte del mondo musulmano che, con nomi diversi, al-Qaeda, Isis, Stato islamico, Califfato, si è organizzata militarmente e statualmente per conquistare l’Occidente, rendendo sempre più evidente quel mortale scontro di civiltà di cui Oriana Fallaci, come una moderna Cassandra, si fece premonitrice inascoltata nei suoi ultimi scritti.

L’islam ha scatenato la «jihad», la guerra santa, contro l’Occidente. Se le radici sono l’odio e la violenza contenuti nelle sure dettate da Maometto, la pianta che ne nasce può dare come frutto solo il cieco e sanguinario fanatismo oggi imperante. Siamo sotto assedio, in stato di guerra. Ecco perché dobbiamo avere più paura e difendere con coraggiosa intransigenza i nostri valori, la nostra identità culturale e le sue radici cristiane.

Se continuiamo a addolcire le nostre posizioni con il miele del «politicamente corretto» più ottuso, a smussare i nostri argomenti con la lima dei sottili distinguo, se soffochiamo le grida di allarme con il silenzio di una miope tolleranza, se, insomma, non iniziamo ad avere veramente paura, avremo perso ancor prima di combattere, consegnandoci come vittime impotenti al furore del terrorismo integralista islamico.

Positano_invito2015-page-002Nel corso della serata sarà ospitato il Premio Internazionale di giornalismo Civile, presieduto da Giovani Russo, conferito dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. Ad essere insigniti del premio, Giovanna Botteri, corrispondente dagli Stati Uniti del TG3, Vittorio Feltri, editorialista e già direttore de «Il Giornale», e Bernard-Henri Lévy, filosofo, giornalista, saggista. Interviene il Sindaco del Comune di Positano, Michele De Lucia.

La rassegna prosegue lunedì 6 luglio (Lido Incanto –ore 21,00) con una serata dal tema La danza del gusto. Marco Bianchi, autore di “Io mi voglio bene” (Mondadori), Alfonso Iaccarino, autore de “La cucina del cuore” (Mondadori), e Gianluca Mech, autore di “Dimagrisci con la Tisanoreica” (Mondadori), analizzeranno le regole della sana alimentazione, raccontando tutto ciò che è necessario sapere sui cibi, sui benefici che apportano al nostro organismo e alle malattie che aiutano a prevenire.

LASCIA UN COMMENTO