Sguardo sul Mondo, fino a sabato 27 all'Istituto Comprensivo Vicinanza.

0
74

UNO SGUARDO SUL MONDOSabato 20 giugno alle 19,30 nel Salone dell’Istituto Comprensivo Vicinanza, corso Vittorio Emanuele, a Salerno, è stata inaugurata la Mostra d’Arte di Laura Bruno e Nando Rosamilia dal titolo Sguardo sul Mondo. Tra i presenti la dott.ssa Ester Andreola, dirigente scolastico del Liceo Artistico Sabatini – Menna di Salerno. i giovani musicisti Mariano Cuofano alla chitarra e William Galluzzo alla tromba.

L’esposizione sarà visibile dal 20 al 27 giugno dalle ore 18 alle 21.

L’evento presenta la singolare unione di due artisti diversi tra loro per espressione, ma vicini nei contenuti: entrambi molto attenti e sensibili al contemporaneo, di cui danno una lettura peculiare che sinergicamente trasmette l’energia di entrambi.

Una visione sofferta che si traduce in Sguardo sul Mondo, cioè si carica di oggettività, con l’autorevolezza che due artisti affermati possono rappresentare.

Ricca di spunti e curiosità, di messaggi accennati, suggeriti o gridati, la mostra offre motivo di riflessione sullo stato dell’Arte e sul difficile confronto dell’uomo contemporaneo con l’attuale realtà ed i contrastanti problemi che veicola.

Laura Bruno, laureata con lode in lettere moderne ad indirizzo artistico, è stata “sdoganata” da Vittorio Sgarbi tra i 101 artisti italiani inseriti nel suo libro Porto Franco, ha partecipato sia nel 2013 che nel 2014 a mostre curate dal critico d’arte a Palermo. nel 2015 partecipa a Venezia alla Mostra Grazie Italia, patrocinata dal Padiglione Nazionale Grenada e Guatemala presenti alla 56° Biennale di Venezia. Riceve il Premio internazionale Art Taormina, con mostra nello storico palazzo Duchi di Santo Stefano.

La Bruno ha esposto negli ultimi anni in minipersonali a Parigi – Carrousel del Louvre, Galleria Thuillier, Londra -Brick Lane Gallery, Praga, Vienna, Santiago de Compostela, Montecarlo, Stoccarda. A New York è presente dal 2010 alla Ward Nasse Gallery e nel 2012 è stata in videoproiezione a Time Square; ha partecipato a mostre collettive a Montevideo – Museo Garibaldi, Pechino – alla Art Fair International, e premiata in prestigiose gallerie d’arte ad Amsterdam, Bruxelles, Cannes, Stoccolma; ancora in collettive al Museo Dospevski di Pazardzik- Bulgaria, Istanbul, Marrakech, Santa Fè , San Paolo del Brasile. In Italia ha esposto in sedi prestigiose nelle principali città della penisola, con importanti riconoscimenti e premi.

Le sue opere sono esposte in Questure, Chiese e Musei italiani ed esteri. Scrive Sgarbi in Porto Franco, sulle opere della Bruno ispirate alla “Metamorfosi”: “Emblematiche e significative. Visioni modificate che si affidano a una sorta di compenetrazione metamorfica fra uomo e animale … di sapore surrealista… Un ritratto virile, quasi iperrealistico, l’opera artisticamente più evoluta fra quelle a me note dell’artista, anche in ragione della solidità del disegno e delle esibite capacità di calibratura compositiva.”

Nando Rosamilia, diplomato in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Napoli, docente di Arte della Grafica Pubblicitaria al Liceo artistico Sabatini-Menna di Salerno, ha esposto fin dal 1980 a tutt’oggi in importanti mostre in varie parti del mondo, da San Paolo del Brasile per la XVI Bienal de San Paulo Fundacao, a Los Angeles, nell’ Università di San Diego per la Post Art/ International exhibition of visual/esperimental poetry, nel South Dakota negli USA, più volte in Giappone al Tokyo Koutsukaikan e Yurakuchio Tokyo ed a Yokohama nel City Art Hall, a Israele nel Janco Dada Museum Enhod, a cura del Ministero della Cultura e Arte a Woclaw in Polonia, in Svizzera, a Vienna, in Germania ad Amburgo, all’Ernest Museum di Budapest in Ungheria, per l’evento Postimabus! mail bang! Al Museo di Helsinki -Svezia, alla Laiptai Gallery di Sianulai e dall’art gallery di Paneuezys in Lituania, al Karelian Republic Art Museum, Republic of Karelia – Russia, ha inoltre partecipato al Seul International Contemporary Painting Festival in Corea.

Insieme agli artisti Enzo e Peppe Rosamilia, suoi fratelli, ha ideato e creato l’evento Wold exhibition -Il bel Pianeta Azzurro, giunto alla VII edizione con grande successo e mostre in varie parti d’Italia. A Firenze ha esposto per la Mostra Internazionale La Posta in Gico, nella Sala delle ex Reali Poste, negli Uffizi. Nel 2014 ha partecipato alla IV Mostra sul Rock al PAN Palazzo delle Arti di Napoli. Di lui hanno scritto le più importanti testate italiane e straniere; le sue opere sono in collezioni italiane ed estere. Scrive di lui Andrea Manzi: “Ancora una volta Nando Rosamilia lancia il suo ”sguardo sul mondo”, riproponendo una esperienza ormai (per lui) abituale, in un’area fortemente immanente e sensibile nella quale, da qualche anno, si articola la sua inquieta e frammentaria scrittura artistica. Un limite palesato come decostruzione dello spazio pittorico e scenico, però recuperato e ri-esibito in seguito ad una rivoluzione linguistico-formale che fonda sull’abilità manuale dell’autore, diventata la sua complessa ‘sapienza’ estetica.”

LASCIA UN COMMENTO