Rofrano, semplicemente un paradiso.

1
203

ROFRANO_(Panorama)di Alfonso Angrisani

Nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e della Valle del Diano e degli Alburni a circa 90 kilometri da Salerno a 450 metri sul livello del Mare sorge Rofrano, un borgo bellissimo dove la natura è ancora incontaminata dove è ancora possibile notare la fauna e flora tipica della macchia mediterranea, in uno scenario tra ruscelli alberi secolari e cibo ancora prelibato è possibile trovare il giusto ristoro per qualche giorno riposando le stanchezze quotidiane della metropoli, entrando in contatto diretto con la natura e con una popolazione straordinaria dove l’accoglienza ed il rispetto assumono ancora un aspetto importante della vita quotidiana.

Questo comune conta circa 1650 anime veniva fondato da fra il III e il IV secolo . Nel Medioevo il feudo di Rofrano veniva concesso da Roberto il Guiscardo ad uno dei suoi cavalieri.

Il relativo Castello, ampliato su un maniero preesistente di origine Longobardo-Bizantina, è tuttora visibile.

Durante i primi anni dell’Unità D’Italia molti briganti vissero in quell’area e tra storia e leggenda si ricorda la storia di Federico Dalaurito, un brigante campione di libertà passato alla storia per le sue doti di uomo coraggioso e per il suo fascino, infatti si racconta che presso l’area circostante è nascosto il mantello di codesto brigante e chiunque lo trova avrà successo con le donne.

Una data che ha suscitato notevole interesse per la comunità internazionale è stato l’anno 1954 quando per la prima volta, in un piccolo paese del Cilento lo studioso americano e Ancel Keys, padre della dieta mediterranea iniziò a studiare le abitudini alimentare dei paesi cilentani, e dopo una serie di sviluppi dimostrò al mondo la scarsa incidenza delle malattie cardiovascolari sulla popolazione cilentana.

Negli ultimi tempi Rofrano ha suscitato interesse con varie iniziative di carattere culturale questo anche grazie alla capacità organizzativa di un giovane amministratore come Antono Viterale che ha ricoperto la carica di primo cittadino dal 2009 al 2014.

1 COMMENTO

  1. Meus avós,pai e tias nasceram em Rofrano.Quero muito conhecer essa cidade.Tenho muitos parentes que moram na Itália. Amo ser descendente de italianos.

LASCIA UN COMMENTO