Qualità e ambiente nell’agroalimentare, lunedì 27 all’Università di Salerno.

0
286
l settore agroalimentare italiano è in continua trasformazione. In questa ottica, giocano un ruolo ormai preponderante i concetti di Qualità e Ambiente, che hanno dato una spinta notevole allo sviluppo delle aziende di settore, orientando le scelte e gli investimenti verso direzioni diverse da quelle che venivano prese in passato.
I laureati in Scienze Ambientali possono dare un grande contributo allo sviluppo del settore agroalimentare, grazie alla loro formazione trasversale, che li mette in condizioni di affrontare le questioni ambientali da molteplici punti di vista: da quello tecnico-scientifico, a quello socio-economico. AISA-Associazione italiana Scienze Ambientali Studenti Salerno ha organizzato workshop “QUALITÀ E AMBIENTE NELL’ AGROALIMENTARE: Le opportunità per l’esperto ambientale” per Lunedì 27 Febbraio AULA P/1 (Aula Magna) ore 15 presso Dipartimento Chimica e Biologia dell’Università Degli Studi di Salerno.
 
Di seguito il programma
  • Saluti del Prof. Castiglione
 Presidente consiglio didattico Scienze Ambientali
  •  Dott. Angelo Zoppi
Responsabile AISA-Associazione Italiana Scienze Ambientali
Corsi di formazione professionale nei settori qualità e
ambiente: le opportunità professionali.
  • Dott. Antonio Salvati
Direttore Vendite e Marketing presso l’ azienda Salvati
Mario & C. S.P.A.
L‘evoluzione dei mercati condiziona le Aziende agroalimentari
obbligandole a rivedere i processi di controllo per la Qualità,
l’Ambiente e la Sicurezza : come un‘ azienda medio-piccola può
diventare virtuosa
  • Dott. Pierfrancesco Salvati
Responsabile dell’ impianto di Cogenerazione presso
l’ azienda Salvati Mario & C. S.P.A.
 
Fonti rinnovabili ed energie alternative nell’ Agroalimentare:
diversificazione degli investimenti per creare nuova ricchezza e ridurre
gli impatti.
  • Dott. Luigi Rescigno
Socio AISA Studenti Salerno
  • Gianluca Cammarano
Presidente Asssociazione Iperion
Esperienze lavorative nel settore conserviero. Sfide e opportunità per gli esperti ambientali

 

LASCIA UN COMMENTO