“Adesso pasta”, al Rodaviva nuova tappa della rassegna “Rodavivium” mercoledì 24.

0
33

rodaviva_musica_libriSi intitola “Adesso pasta” l’evento gastronomico in programma mercoledì 24 giugno, a partire dalle ore 21.00, al Bar Libreria Rodaviva di Cava de’ Tirreni (Sa). La cena, rientrante nell’ambito della rassegna gastronomica “Rodavivium”, è promossa dall’azienda salernitana “Mestieri e Sapori”, in collaborazione con il pastificio “La bottega della Pasta”.

Durante la serata sarà servito un menù dai colori e dai sapori freschi ed estivi, che prevedrà come antipasto le polpettine di melenzane su passatina di pomodoro San Marzano, come primi piatti una “trilogia” di pasta (ravioli ai pomodorini secchi e provola con bietola e olive di Gaeta; mezzelune ricotta e limone con fiori di zucca e rana pescatrice; paccheri con crema di peperoni e Provolone del Monaco) ed infine tagliata di frutta di stagione e crostata di fragole. Il tutto “bagnato” da vino rosé dell’Alta Murgia DOCG. Il costo della cena è di 25 euro. Per prendere parte alla serata è necessaria la prenotazione ai numeri 329.8467807 – 345.6150238 oppure via email all’indirizzo info@mestieriesapori.it.

Giovedì 25 giugno, invece, alle ore 19.00 il Rodaviva ospiterà la presentazione del lavoro editoriale di Alfredo Ranieri, “L’eco del Diavolo”, noir ambientato a Castellammare di Stabia, scritto per veicolare la convinzione che il riscatto delle terre abusate ed offese può e deve passare attraverso la cultura. L’avvocato Ranieri, protagonista del romanzo, è uno di quei giovani che hanno preferito non allontanarsi dal luogo in cui sono cresciuti: la letteratura, nel suo caso, è un atto d’amore ed uno stimolo a far valere le proprie idee. Un invito a tirar fuori il coraggio di intraprendere e realizzare i progetti nella propria terra, perché non è un’utopia portarli avanti anche nella propria città.

Edito da Oxiana Edizioni, il noir è incentrato sul ritrovamento del cadavere di un ragazzo sul litorale stabiese. Anna Di Martino, giornalista di cronaca nera, accorre sul luogo del ritrovamento incontrando il commissario Nicolas Anselmi, amico di vecchia data. Il delitto è strano: il ragazzo ha il volto truccato da donna e le parti intime mutilate. Anselmi, assieme al sostituto procuratore De Rosa, chiede l’aiuto della dott.ssa Manzi, criminologa psicopatologa forense. Tale collaborazione si rivelerà importante nel momento in cui si scopre sul cadavere del ragazzo il numero di Satana, il 666. In una folle corsa contro il tempo, Anselmi ed Anna si troveranno a dare la caccia ad un assassino che sembra svanire di volta in volta nel buio. E proprio al 666 sono legati l’evolversi della storia ed il dipanarsi di inaspettati scenari investigativi.

A chiudere il mese di giugno al Bar Libreria metelliano, sito in via Montefusco 1, sarà la serata vinile con dj set a cura di Roberto Ardito, in programma alle ore 22.00 di sabato 27 giugno. Si ricorda, inoltre, che al Rodaviva è permanente la rassegna “AperiLibro con bookcrossing o caffè sospeso”, iniziativa volta a stimolare la lettura mediante la condivisione di testi, scegliendo libri da leggere ed “abbandonandone” altri che si vorrebbe che altri leggessero. Chi non ha con sé un libro potrà comunque partecipare alla “condivisione” regalando un caffè per un libro.

Per rimanere aggiornati su tutte le iniziative in programma al Bar Libreria metelliano è possibile consultare il sito web www.roda-viva.it o inviare una mail all’indirizzo info@roda-viva.it.

LASCIA UN COMMENTO