Notturno di donna con ospiti, Giuliana De Sio martedì 20 a Giffoni Teatro.

0
65

Foto Giuliana De SioRiparte con il talento di una prima donna, già Nastro d’argento e Premio David di Donatello come migliore attrice nel 1985, la VII Stagione Invernale di Prosa di Giffoni Teatro, evento ideato e promosso dall’Associazione omonima.

Ad inaugurare il nuovo anno sarà Giuliana De Sio, protagonista, martedì 20 gennaio alla Sala Truffaut, di “Notturno di donna con ospiti”, una messa in scena campana doc per tematica popolare e linguaggio utilizzato.

L’opera è di Annibale Ruccello, la regia di Enrico Maria Lamanna.
«Adriana è una donna ordinaria – racconta la protagonista – che vive in una casa isolata nell’interland napoletano. Una donna sola, alienata, che non sa niente di se stessa, né del mondo, perché sta sempre chiusa tra quattro mura, in una sorta di prigione con tutti i piccoli comfort… Certo, si può ricondurre anche a certa cronaca nera che leggiamo sui giornali: è una Medea di oggi e, non a caso, questo personaggio che Ruccello immaginò più di vent’anni fa, ha evocato poi la tragedia di Cogne: Adriana è una donna-bambina che non vuole crescere».

Il testo propone il viaggio che Ruccello aveva intrapreso nel quotidiano attraversato e contaminato dal thriller, nonché il viaggio nel panorama desolato della periferia urbana, dei ghetti degradati, tra le tv locali e le radio libere. Un percorso apparentemente triste, ravvivato però da una miscellanea di sentimenti, ora da involontaria comicità. Una serie di colpi di scena con un occhio al cinema “thrilling” tipico degli anni ’70, di Scorsese e di Kubrik.

L’azione si svolge in una casa a due piani nella periferia di una metropoli: Adriana (De Sio) porta avanti la sua esistenza, nel caldo afoso, tra televisione e una terza gravidanza, con un marito, Michele, che lavora di notte e ritorna a casa all’alba.

Una sera accade che strani individui, temuti e desiderati da troppo tempo, si introducano in casa sua. Improvvisamente riaffiorano senza una logica i ricordi, angoscianti fantasmi del passato, che provocheranno in Adriana una reazione atroce, insensata, ma a lei necessaria per fuggire da quella prigione grigia e ossessiva.

Un progetto in definitiva che segna l’ideale ricostruzione del discorso su Ruccello, sulla violenza e modernità della metropoli.

Sul palco con la De Sio ci saranno gli attori Gino Curcione, Rosaria De Cicco, Andrea De Venuti, Mimmo Esposito e Luigi Iacuzio. I costumi sono di Teresa Acone, le scene di Roberto Ricci, il disegno luci di Stefano Pirandello, le musiche di Carlo De Nonno.

INFO UTILI L’appuntamento è alle 21 alla Sala Truffaut della Cittadella del Cinema. Ancora attive le prevendite per gli ultimi tagliandi disponibili, acquistabili anche direttamente al botteghino aperto dalle 20. Il costo del singolo biglietto è di 28 euro (comprensivo di prevendita). Per informazioni: biglietteria www. go2.it; www.giffoniteatro.it – Informagiovani 089 866 760.

LASCIA UN COMMENTO