Miss Italia, da stasera le anteprime, intervista a Vincenza Botti di Vallo della Lucania.

0
161

Dopo aver conquistato il titolo di Miss “La Curvy di Miss Italia Keyrà Campania”, e successivamente essere giunta in finale tra le 33 ragazze che domenica sera a Jesolo, dal PalaArrex, su La7 alle ore 21:10 si sfideranno per la conquista del titolo di Miss Italia ed avere intanto ricevuta la fascia nazionale dello stesso titolo assegnata dallo sponsor del concorso, la 20enne Vincenza Botti N°33 di Vallo della Lucania Sa, si appresta a sostenere la prova finale con la speranza di un nuovo e più grande successo, ovviamente quello di essere incoronata reginetta della bellezza italiana.

La bellezza cilentana attualmente lavora nell’attività commerciale del papà. Enza è una ballerina di danza classica, moderna e di Flamenco. Ma il suo futuro obiettivo ci dice essere quello di entrare nel mondo del cinema e della moda e pensa che Miss Italia possa aprire la strada a lei come ha fatto con tante altre ragazze meritevoli che si sono affermate in vari campi lavorativi, all’uopo ha scelto di partecipare a questo concorso.

Vincenza ci racconta: “Il 4 luglio ho partecipato a Roma al Casting dove sono stata scelta ed attraverso le votazioni on line sono rientrata tra le prime tre classificate per questo giovane titolo che Patrizia Mirigliani ha voluto inserire dallo scorso anno nel suo concorso di bellezza e sono poi giunta a Jesolo. Con mia grande soddisfazione, non solo sono giunta fra le 33 finaliste di Miss Italia, ma ho conquistato il titolo di “La Curvy di Miss Italia Keyrà” in campo nazionale”.

D. Il primo “botto” l’hai fatto, vuoi ora aumentarli a “botti”?
Ce la stiamo mettendo tutta! Ogni giorno siamo sempre più cariche di lavoro, impegnate con prove, scatti fotografici ed altro, ma invece di stancarmi mi sento sempre più carica. Ci sono poi le prove, e l’emozione per la prova finale è tanta anche se sono quindici anni che salgo sul palco essendo ballerina, ma quello che suscita Miss Italia è ben altro, è veramente un suspance pieno di volontà di successo ed allora la voglia di vincere ti fa superare anche le paure.
Ho trovato come compagne di camera due ragazze stupende e carinissime Livia Pizzi Miss Cotonella Lazio e la napoletana Noemi Bosco anche lei vincitrice di una fascia nazionale, quella di Miss Rocchetta Bellezza 2015”.

D. L’essere, come anche Noemi, capitata nel gruppo di Vladimir Luxuria come giudice, ti fa piacere?
“Qualsiasi giudice, dei tre della serata, sarei stata contentissima, Claudio Amendola mi affascina per il mondo del cinema, un mondo che adoro fin da bambina, poi Luxuria perché è una donna determinata e non si ferma davanti agli ostacoli ed è sicura di se, cosa di particolare importanza per questo concorso e Joe Bastianich perché essendo cilentana patria della Dieta Mediterranea, terra di eccellenze italiane, mi piace mangiare bene, sano ed adoro le verdure ed il pane ed il parere di un uomo del gran gusto in cucina penso che sia importante anche espresso nei confronti di una donna”.

D. Ora pensi a conquistare il più ambito titolo di questo concorso, ma questa fascia che evidenzia che hai delle misure più accentuate rispetto ad altre cosa può comportare?
“Qui siamo tutte delle bellissime ragazze e penso che questa fascia mi rappresenti totalmente. Alcune ragazze ho letto che mi hanno criticata perché non mi ritenevano Curvy, forse non hanno capito il concetto della parola Curvy, perché questo termine non significa essere grosse, ma avere forme come ad esempio Sofia Loren, Monica Bellucci, Marilyn Monroe, perciò metto da parte le discussioni ed i commenti che accetto perché ritengo che così facendo mi abbiano fatto anche della pubblicità”.
Ora penso solo a mettercela tutta, io da qui ed il mio Cilento con amici e familiari dal Sud, aspettando la serata finale alla quale saranno presenti oltre mia mamma, anche papà ed il mio fidanzato Giuseppe, mentre a causa della disponibilità di soli tre biglietti per Miss da poter dare accesso al PalaArrex ai familiari, resta un punto interrogativo per le mie tre sorelle che vorrebbero, anche loro, essere presenti all’evento.

LASCIA UN COMMENTO