Lido La Conchiglia, venerdì Joe Barbieri in concerto

0
60

Joe_Barbieri_2012_06_byAndrea_BoccaliniVenerdì 2 agosto ore 22.00 – MoroInSummer Lido La Conchiglia – Salerno

 

 Joe Barbieri  chitarra e voce

Gianfranco Campagnoli tromba

Antonio Fresa pianoforte

Giacomo Pedicini contrabbasso

Stefano Iorio violoncello

Sergio Di Natale batteria  

Venerdì 2 agosto al Lido La Conchiglia di Salerno il musicista Joe Barbieri presenta al pubblico di MoroInSummer,  il cartellone ideato da Gaetano Lambiase alla direzione artistica del Moro con il patrocinio del Comune di Salerno il suo ultimo lavoro, Respiro. La cornice è quella del palcoscenico in riva al mare sul Lungomare Tafuri, una combinazione di jazz, bossa, tradizione partenopea e cantautorato. Autore e musicista napoletano dal percorso personale, capace di attirare insieme consensi di critica e pubblico che ha collaborato con Pino Daniele – Joe Barbieri con il suo tour fa tappa a Salerno accompagnato da Antonio Fresa al piano; Stefano Jorio al violoncello; Giacomo Pedicini al contrabbasso, Gianfranco Campagnoli alla tromba e Sergio Di Natale alla batteria. “Respiro” è un caleidoscopio di momenti musicali densamente differenti – che vanno dal manouche al bolero, passando per il jazz, la musica sinfonica e la sempre amata bossa – eppure legati stretti dal filo rosso dell’inconfondibile italianità di Barbieri.

Nel giorno dell’equinozio di primavera (quest’anno il 20 marzo) raggiunge i negozi il nuovo album di inediti di Joe Barbieri, intitolato “Respiro”.

 

A tre anni di distanza da “Maison Maravilha” (il disco che con le sue 20.000 copie vendute tra Nord America, Asia ed Europa lo ha fatto conoscere come uno dei nuovi autori italiani più apprezzati) il cantautore napoletano si misura in quella che punta ad essere la sua prova “più internazionale”, pubblicando il suo nuovo progetto in 62 paesi equamente distribuiti tra i cinque continenti.

Joe_Barbieri“Respiro” è un caleidoscopio di momenti musicali densamente differenti – che vanno dal manouche al bolero, passando per il jazz, la musica sinfonica e la sempre amata bossa – eppure legati stretti dal filo rosso dell’inconfondibile italianità di Barbieri: “In questa nuova pagina” – racconta lo stesso Joe – “ho desiderato mollare un po’ gli ormeggi della ‘ricerca formale’, in favore di un approccio più libero alla composizione che è diventato quasi una pulsione involontaria; come involontario è l’atto del respirare, il percorso dell’andare e del tornare dell’aria che in sè rinnova polmoni, idee, aspirazioni. I tanti concerti degli ultimi anni mi hanno impartito la lezione del riuscire a offrirmi con maggior spontaneità, del cantare con ancor più disponibilità per chiunque volesse regalarmi il proprio mettersi in ascolto, alla ricerca di un comune afflato: unico, semplice, condiviso”.

 

Ora va detto che “Respiro” è stato registrato in un luogo davvero prezioso, calato del cuore più antico di Napoli: l’appartamento che è stato set di due film-culto per la regia di Vittorio De Sica: “Matrimonio all’italiana” (con Sophia Loren e Marcello Mastroianni) e “L’Oro di Napoli”. E nessuno scenario poteva essere forse più pertinente, considerata l’innata attitudine cinematografica che spesso viene riconosciuta alla musica di Barbieri, le cui opere possono essere in molti casi ridotte a piccole colonne sonore, a micrometraggi nei quali un’atmosfera ancestralmente sudmediterranea non hai mai mancato di esondare in vocazioni “world” e jazz.

E accade così che, come nei suoi precedenti episodi discografici, anche stavolta ad un nucleo di eccellenti musicisti suoi conterranei (come Antonio Fresa, Giacomo Pedicini, Sergio Di Natale, Pasquale Bardaro, Oscar Montalbano, Stefano Jorio, Emidio Ausiello e molti altri) Barbieri abbia voluto aggiungere le “quinte sonore” di colleghi più lontani, per cultura o semplice territorialità: ad impreziosire “Respiro” sono arrivati l’orchestra d’archi del primo violino albanese Armand Priftuli, il pianoforte di Stefano Bollani (“Un regno da disfare”), la tromba di Fabrizio Bosso (“Étape par étape par étape” e “’E vase annure”), e le voci di Gianmaria Testa (“Le milonghe del sabato”) e del premio Oscar uruguaiano Jorge Drexler (“Diario di una caduta”)

 

Come il  baricchiano pittore di ‘Oceano Mare’ Plasson dipingeva il mare con l’acqua di mare ottenendo tenui e impalpabili tele, quadri poco più che completamente bianchi, allo stesso modo Joe Barbieri si potrebbe dire canti l’aria con l’aria, l’assenza con l’assenza, lo spazio vuoto con lo spazio vuoto.

 

Chitarrista quasi mai perfetto; cantante che ha la dote di saper raccontare con intima profondità, l’inspiegabilità del turbamento, i sentimenti semplici eppure complessi di chiunque, a chiunque.

 

Questo, e molto altro è Joe Barbieri.

 

Dopo aver collaborato con Pino Daniele e aver scritto per alcuni colleghi (tra cui Giorgia e Patrizia Laquidara), Barbieri si presenta a fine 2004 – per la sua stessa etichetta, la Microcosmo Dischi – con un’opera prima dal titolo “In Parole Povere” che ha incantato la critica e conquistato l’apprezzamento del pubblico di tutti i paesi nei quali è stato progressivamente pubblicato (Stati Uniti, Canada, Giappone, Austria, Svizzera, Cina, Germania – nel quale è stato eletto, tra l’altro, disco dell’anno – e, ovviamente, l’Italia).

 

In veste di produttore si dedica successivamente ai Kantango realizzandone i primi due dischi e collaborando con alcune stelle del jazz e della world, tra cui Lura, Richard Galliano e Susana

Baca.

 

Nel 2009 Joe Barbieri torna con un nuovo album dal  titolo “Maison Maravilha”; 11 nuove canzoni a cavallo tra la musica italiana degli anni ’50 e ’60 e la  musica che ha sempre amato, quella del Brasile, di Cuba, quella apparente indolenza che è però moto perpetuo e sostenibile. Con la complicità di una sontuosa orchestra d’archi, ammalia una delle più belle voci di Cuba,  quella di Omara Portuondo (già stella di Buena Vista Social Club), che canta insieme a Joe uno struggente fado dal titolo “Malegría”.

Il secondo lavoro di Barbieri viene immediatamente salutato nei 12 paesi scelti per il suo lancio come un disco bellissimo. Tra le decine  di recensioni, spiccano la testata francese Le Nouvel Observateur che definisce Barbieri come “Un cantautore di infinito talento, dotato di una voce d’angelo”, mentre Les Inrockuptibles propongono “Maison Maravilha” come “un modo per discriminare la sola bellezza dalla grazia”.

 

Forte dei riconscimenti esteri, oltre che italiani, nel settembre 2009 Joe ha voluto con sè un’amica a reinterpretare una delle canzoni più belle di “Maison Maravilha” dal titolo “Lacrime di coccodrillo”, dando vita così ad un inedito duetto (non presente nella tracklist iniziale del disco) L’amica è la splendida Chiara Civello. 

 

“Maison Maravilha” ha venduto oltre 20.000 copie nel mondo, raddoppiando così i risultati raggiunti dal precedente album di Barbieri che pure si era attestato intorno alle 11.000 copie.

 

Nell’aprile 2010 gli segue “Maison Maravilha Viva”, cd + dvd che testimonia un concerto – sold out – di splendida intensità che Barbieri compie nel gennaio 2010 al Teatro Studio dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. Il cd è arricchito dalla partecipazione dell’amico Mario Venuti che duetta con Joe nel brano “Pura Ambra”, che i due artisti avevano già condiviso nel primo album di Barbieri “In Parole Povere”.

 

 

Il 20 marzo 2012 esce il nuovo album di inediti dal titolo “Respiro”. Con l’amichevole partecipazione di Stefano Bollani, Gianmaria Testa, Fabrizio Bosso e Jorge Drexler.

A conferma della sua progressiva affermazione internazionale, “Respiro” sarà il primo album di Joe Barbieri ad essere distribuito in tutto il mondo.

 

 

La rassegna “MoroInSummer” al Lido La Conchiglia di Salerno dopo gli appuntamenti di questo weekend, venerdì  9 agosto ospita JJJ’S MOOD feat AMIT CHATTERJEE, il musicista cantante indiano di fama internazionale, storico chitarrista della “Zawinul Syndicate”.

Dedicando tutti i mercoledì alla musica Latina ed i giovedì alla Dance, ogni sabato e domenica musica live e dance con animazione.

 

Lido La Conchiglia – Lungomare Tafuri – Salerno 089 792535
Info concerti 333 4949026 * 328 3149847 *329 7899172 www.pubilmoro.it

Costo concerto 15 euro con bevanda inclusa , 25 euro menu terra,  30 euro  menu mare.

LASCIA UN COMMENTO