L’associazione House Hospital Onlus Alla VIII Giornata Nazionale Del Malato Oncologico

0
29

9f5dc7f1eae28cc73d5abfb5909103f5L’Associazione House Hospital onlus, presieduta dalla dottoressa Rosa Vitiello, parteciperà all’VIII Giornata Nazionale del Malato Oncologico. La prestigiosa iniziativa di carattere nazionale è stata organizzata dalla Federazione italiana delle associazioni di volontariato in oncologia (Favo) e si terrà a Roma dal 16 al 19 maggio 2013. La Favo festeggerà, in quell’occasione, anche il decennale della sua nascita e come sempre dedicherà l’iniziativa nazionale ai malati, agli ex malati, ai sopravvissuti al cancro e a tutti coloro che hanno vissuto da vicino la malattia condividendone ansie, preoccupazioni e speranze.

 

Sarà presente a Roma la dottoressa Elena Altieri, psicologa e componente dell’Associazione House Hospital. Prevista la presenza anche del dottor Sergio Canzanella, manager European Cancer Patient Coalition, che interverrà nel corso delle iniziative per il decennale Favo nelle sezioni dedicate ai programmi di screening oncologico con il contributo delle associazioni di volontariato e alle risposte e alle buone pratiche delle associazioni nel periodo della crisi. Particolare attenzione sarà riservata anche al Pain Control Center Hospice di Solofra, il centro residenziale per le cure palliative e la terapia del dolore dell’Asl Avellino.          

 

L’Associazione House Hospital presenterà a Roma le iniziative e i risultati di “Progetto Salute”, la campagna itinerante con visite specialistiche gratuite e consulti medici, che si svolgerà per il terzo anno consecutivo, a partire dal prossimo 18 maggio, nelle piazze dei Comuni della provincia di Avellino, su iniziativa dell’Asl Avellino, in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera Moscati, House Hospital e l’Associazione Malati Endocrini Irpina. Inoltre, House Hospital illustrerà le linee guida del progetto “Week Hospital”: in seguito alla diagnosi di una patologia chirurgica, il paziente, dopo la pre-ospedalizzazione (day hospital diagnostico) sarà ricoverato e operato nello stesso giorno (day surgery) e, salvo complicazioni, sarà destinato alle dimissioni protette al domicilio. Attuando il percorso assistenziale “Week Hospital”, gli esperti di House Hospital hanno individuato una serie di vantaggi, tra cui: l’abbattimento dei tempi delle liste di attesa; un risparmio di oltre il 50 per cento per il Servizio Sanitario Regionale, tra i costi delle giornate di degenza in ospedale e quelle domiciliari.

 

In Italia ogni anno circa 270mila cittadini sono colpiti da patologie oncologiche. Attualmente, la metà dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50 per cento, una buona parte si cronicizza, riuscendo a vivere più o meno a lungo. I risultati della ricerca sperimentale, i progressi della diagnostica, della medicina e della chirurgia, le nuove terapie contro il tumore, stanno mostrando effetti positivi sul decorso della malattia, allungando, anche sensibilmente, la vita dei malati senza speranza di guarigione. In ogni modo, sono sorti nuovi problemi che riguardano proprio la vita dei malati. Accesso alle terapie, riabilitazione e qualità della vita, difficoltà nel rapporto medico-paziente, cure palliative e terapia del dolore, diritti sul lavoro, corretta informazione ai pazienti: sono solo alcune delle problematiche sollevate e approfondite ogni anno attraverso specifiche sessioni, con la finalità di portare all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica le istanze e i bisogni dei malati oncologici e dei loro familiari.

LASCIA UN COMMENTO