La danza classica europea a Salerno: due giorni di stage con Christiane Marchant.

0
626
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Salerno ospita Christiane Marchant, insegnante e coordinatrice artistica della European School of Ballet di Amsterdam.

Il 25 e 26 maggio 2019 Christian e Marchant terrà infatti uno stage di due giorni organizzato dalla scuola di danza LA DANCE di Battipaglia diretta da Maria Vittoria Maglione e ospitato dal Liceo Coreutico Alfano I di Salerno.

Lo stage, interamente dedicato alla danza classica, aperto ad allievi e allieve a partire dai 10 anni di età, ha raggiunto in pochi giorni il numero massimo di partecipanti.

Come si svolgerà lo stage? «Non parto mai da un piano pre-formato prima di uno stage, perché sarebbe come voler preparare una ricetta prima di guardare cosa c’è nel frigo – ci ha spiegato Christiane Marchant – Ogni volta che preparo uno stage è sempre diverso e dipende dai ragazzi che mi troverò di fronte».

«Certamente lavorerò sul piazzamento del corpo e sulla coordinazione – prosegue Marchant – Preferisco presentare pochi esercizi e permettere agli allievi, che hanno preparazioni diverse e provengono da diverse scuole, di lavorare più a lungo sul singolo esercizio, concentrarsi sull’esecuzione e soprattutto sulla sensazione del loro corpo».

Christiane Marchant – Biografia

Tra il 1993 e il 2005, Christiane è stata insegnante e maestra di ballo al Balletto di Dresda, al Balletto di Amburgo, ai Balletti di Montecarlo, al MaggioDanza di Firenze. Dal 2005 al 2017, ha ricoperto il ruolo di primo maestro di ballo al Balletto delle Fiandre di Anversa.

È assistente di David Dawson per produzioni con l’Het National Ballet ad Amsterdam e produzioni di livello internazionale.

È stata insegnante ospite al Balletto di Stoccarda, alla Scala di Milano, Ater Balletto, Wiener Staatsoper Ballett, Royal Danish Ballet & Swedish Ballet, Ballet de Santiago de Cile, Béjart Ballet Lausanne e al Balletto dell’Opera di Roma.

Nata a Verviers (Belgio), Christiane Marchant dopo essersi diplomata entra nella compagnia del Ballet du XXe siècle di Maurice Béjart, poi il Balletto di Amburgo.

Il suo vasto repertorio comprende opere classiche e neoclassiche di Marius Petipa, George Balanchine, John Neumeier e William Forsythe, nonché creazioni di coreografi come David Dawson, Christopher Wheeldon, Christian Spuck e Sidi Larbi Cherkaoui. 

Ha inoltre collaborato alla traduzione del libro “La Technica Balanchine ” di Suki Schorer per Gremese in italiano e in francese, ha adattato il libro di Alberto Testa “100 grandi balletti” per l’edizione francese di Gremese e ha tradotto in francese il libro di Agrippina Vaganova “Le basi della danza classica” sempre per Gremese.

 

LASCIA UN COMMENTO