I “Confini Mediterranei” di Roberto Doati martedì 8 al Conservatorio Martucci di Salerno, per il V festival di Musica Elettroacustica e Contemporanea.

1
119

Al via, martedì 8 settembre il V festival di Musica Elettroacustica e Contemporanea organizzato dal Conservatorio Statale “G.Martucci” con la masterclass “Contro il muro della forma e del tempo” del compositore genovese ed un suo concerto “Quaderno di esercizi”

I suoni ci attirano verso ciò che sopravvive e persiste come risorsa culturale e storica capace di resistere, turbare, interrogare e scardinare la presunta unità del presente. Delle geografie sensoriali si disegnano mappe, proprio come accade per i monti, i fiumi, le pianure. Ma è una cartografia che sovverte le certezze, invece di fissare coordinate precise. Così, niente di più fluido ed evocativo di un paesaggio acustico, perché dai suoni trapelano storie, con la loro densità affettiva e la loro costitutiva eccedenza rispetto al tempo e ai luoghi.

Il Conservatorio Statale di Musica “G.Martucci” di Salerno, nell’ambito delle attività del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali in collaborazione con il dipartimento di Teoria, Analisi e Composizione, hanno dedicato a questi assunti il V festival di Musica Elettroacustica e Contemporanea “Confini Mediterranei”, un progetto del M° Silvia Lanzalone in collaborazione con il M° Giancarlo Turaccio che si svolgerà in questo inizio d’autunno. Tre le masterclass dedicate agli studenti tra l’8 settembre e l’8 ottobre, con docenti di calibro internazionale quali Roberto Doati, Denis Dufour e Tristan Murail.

Apertura del cartellone con la prima masterclass affidata a Roberto Doati, docente del Conservatorio “N.Paganini” di Genova prevista per martedì 8 e mercoledì 9 settembre. La masterclass, dal titolo “Contro il muro della forma e del tempo” è finalizzata all’approfondimento e alla composizione della musica elettroacustica e prevede quattro sessioni didattiche rivolte alla presentazione di opere in cui sono state affrontate diverse tematiche, come gli iperstrumenti, le interfacce interattive, la produzione audiovisuale, il teatro musicale e l’improvvisazione elettroacustica. Ogni opera sarà presentata dal punto di vista concettuale, storico, estetico e realizzativo attraverso numerosi esempi audio e video.

La masterclass è finalizzata all’approfondimento e alla composizione della musica elettroacustica e prevede quattro sessioni didattiche rivolte alla presentazione di opere in cui sono state affrontate diverse tematiche, come gli iperstrumenti, le interfacce interattive, la produzione audiovisuale, il teatro musicale e l’improvvisazione elettroacustica. Ogni opera sarà presentata dal punto di vista concettuale, storico, estetico e realizzativo attraverso numerosi esempi audio e video e il programma dei lavori prevede approfondimenti su “Il gesto e il suono. L’iperviolino e l’esperienza di EyesWeb”; “Il teatro musicale. Artaud e le nuove tecnologie”; “Il rapporto con l’immagine. La produzione videomusicale”; “L’improvvisazione. La creazione della Galata Electroacoustic Orchestra con musicisti classici, jazz, etnici, elettronici”. Martedì 8 settembre alle ore 19, Roberto Doati offrirà un concerto alla platea salernitana dal titolo “Quaderno di esercizi”, ospite della sala concerti del nostro conservatorio.

In programma tutte musiche originali del compositore genovese: Veneziana n. 1 per Luigi Nono, musica elettroacustica per voce femminile e risonanze di leggio composta nel 2007 ; Sindrome scamosciata per video e live electronics, creata tra il 2008 e il 2009; Il domestico di Edgar, improvvisazione guidata per sassofono contralto ed elettronica, che saluterà la partecipazione degli allievi Michele D’Auria e Speranza Fusco del 1996 ; Seppie senz’osso, musica con immagini di Paolo Pachini, datato 2013.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO