Fratture del bacino, ortopedici a confronto a Terravecchia di Giffoni il 30 e 31 gennaio.

0
98

scorcio_borgo_terravecchiaCentinaia di medici e professori a Giffoni provenienti da tutta Italia per confrontarsi nel settore della chirurgia ortopedica.

Venerdì 30 e sabato 31 gennaio a partire dalle ore 14:00 presso il Palazzo Federico II si terranno corsi di formazione organizzati dall’Associazione Italiana per lo studio della Traumatologia della Pelvi, in collaborazione con l’Asl di Salerno e il Presidio Ospedaliero Villa Malta di Sarno, diretto dal dottore Antonio Toro, uno dei più noti specialisti del settore.

Durante la due giorni sono previste varie lezioni tecniche e chirurgiche di ultima generazione ed analizzati vari casi clinici.

Le fratture di bacino sono generalmente dovute a traumi ad alta energia conseguenti più spesso ad incidenti automobilistici (70-80%) dei casi, caduta dall’alto (10-30%), traumi da schiacciamento (5-10%).

Sabato 31 gennaio alle ore 12:00 le conclusione del Professor Giuseppe Guida, specializzato in ortopedia, residente onorario della Società di Ortopedia e Traumatologia dell’Italia Meridionale ed Insulare (SOTIMI).

Il borgo medievale di Terravecchia è un piccolo gioiello storico, circondato da una fitta cinta di uliveti, spicca nella Valle Picentina con il suo Castello e mura secolari.

Conta appena 51 abitanti ma la sua vita affonda le radici in tempi assai remoti, nell’antica epoca precristiana quando la zona fu insediata dai Picentini.
Dal 1000 in poi il borgo vide uno sviluppo esponenziale; attorno al Castello crebbe energicamente il feudo, con botteghe, cisterne, magazzini, chiese (quella di Sant’Egidio e di San Leone) e palazzi. Il borgo abbandonato dalla fine del XVIII sec. dopo la famiglia D’Avalos, ha ritrovato oggi di nuovo vitalità, grazie ad un ingente intervento di restauro. Le dimore storiche, sono divenute sedi per convegni, incontri e luoghi d’arte, sono delle autentiche unicità, confermando la ricchezza del patrimonio locale. Per maggiori informazioni www.borgoterravecchia.it

LASCIA UN COMMENTO