Faiano, le vie del degrado.

0
30

Tra via Degli Alburni, via Largo Alpi e via Montebianco a Faiano con annessa piazzetta della frazione Aquara, regna sovrano il degrado. A lanciare l’allarme, ormai da mesi, sono i numerosi cittadini del luogo, che a causa della situazione di persistente abbandono in cui versa la zona e rivoltisi più volte all’amministrazione comunale, per veder risolte le innumerevoli problematiche, non hanno trovato nessuna risposta concreta e soprattutto immediata.

Ad esporre la situazione è il presidente dell’associazione GERA A.V. Giuseppe Palo: “sono tanti i cittadini, che rivolgendosi anche alla nostra associazione, sono apparsi visibilmente preoccupati per quello che sta accadendo nell’intera area che va da via Degli Alburni a via Montebianco. Da diverso tempo, infatti, vengono segnalate a più riprese a chi di dovere, situazioni di autentico degrado, con la presenza di sterpaglie che diventano ambiente favorevole per insetti e serpenti, di strade sporche senza il supporto minimo di almeno un operatore ecologico, del quale se ne segnala la totale assenza e in più – continua Palo – la piazza, che doveva essere un luogo di ristoro per anziani e bambini, oggi appare desolato, con piante di abbellimento non curate e mancanza di giostre e posti a sedere.”

Cosa chiedono dunque gli abitanti di quella parte di Faiano? “Chiedono semplicemente la cura delle strade, un riammodernamento e manutenzione della piazza e una presenza fissa di operatori ecologici. A tal proposito anche io come presidente dell’associazione Gera, mi faccio carico di questo appello nei confronti dell’amministrazione, perché si intervenga immediatamente, altrimenti, come già successo in passato, in via Degli Alburni, dove i residenti, si sono adoperati per ripulire quel tratto di strada, così noi come associazione, ci prenderemo l’impegno di aiutare le persone a ristabilire la pulizia e il decoro della zona, già a partire dalla prossima settimana, se, ripeto – conclude Palo – l’amministrazione, non dovesse dare segnali e risposte ai residenti delle vie citate.”

LASCIA UN COMMENTO