Il Comitato Civico Dragonea e le frazioni vietresi chiedono risposte immediate all’amministrazione comunale ed annunciano grandi mobilitazioni di protesta.

0
57

dal Comitato Civico Dragonea riceviamo e pubblichiamo:

Strade impraticabili, onde elettromagnetiche fuori dai limiti consentiti, carenza di illuminazione e manutenzione delle strade e sommerse dai rifiuti, è solo l’inizio di un lungo elenco di problematiche che i cittadini della frazione Dragonea si vedono irrisolte dopo anni di slogan elettorali da parte dell’amministrazione locale. I dragonesi così come tutte le altre frazioni vietresi sono ormai sul piede di guerra e lanciano l’ultimatum per eclatanti proteste.

Dragonea (Vietri sul Mare), 02 Settembre 2015

In queste ultime settimane il Comitato Civico Dragonea presieduto da Mimmo D’Amore si è reso portavoce delle gravi problematiche irrisolte nella frazione di Dragonea, molti cittadini si sono mobilitati autonomamente per protestare sui social con una miriade di immagini che ritraggono una frazione ormai allo sbando, strade sommerse dai rifiuti, erbacce, steppaglie che ingombrano la carreggiata, costoni di roccia in fase di crollo in pratica un bollettino da guerra, una condizione impietosa dello stato in cui versano intere aree del Comune di Vietri sul Mare, tanto decantato quale porta della Divina Costiera ma tremendamente deturpato dalla incapacità di amministrarlo da parte di soggetti pronti a promettere qualsiasi cosa pur di farsi eleggere e nei fatti rivelandosi solo “fuoco di paglia”.

Se da una parte il Comitato Civico Dragonea si rende portavoce da alcuni anni nel denuciare attraverso qualunque mezzo di comunicazione questo stato di degrado e ha alzato la voce di fronte a questi scempi ricordiamo l’amianto lasciato per strada, il randagismo, le onde elettromagnetiche, dall’altra sembra essersi mobilitata contemporaneamente gran parte della cittadinanza vietrese e nello specifico i residenti delle frazioni di Raito, Albori, Molina.

A lanciare il grido di protesta ed ad annunciare grandi mobilitazioni sono buona parte dei cittadini delle frazioni che per anni sono state solo considerate dagli amministratori dei bacini di voti pronti ad essere sfruttati in ciascuna campagna elettorale. Uno scenario raccapricciante dove anche un servizio essenziale è misurato da un favore elettorale. Molti sono i commenti che ci sono giunti sul nostro portale, c’è chi scrive:

“Per questa amministrazione esiste solo la frazione Marina, per il resto non conta niente…… grazie a tutti coloro che li hanno votati” ed ancora “L’amministrazione del comune di Vietri a questo punto compia un atto di dignità desse le dimissioni in blocco!” un altro cittadino aggiunge: “ Mi ritengo offeso e preso in giro come tanti da questa giunta comunale, vi dico solo VERGOGNA”.
Questi commenti la dicono ormai lunga sul forte clima di indignazione che si respira in molte zone del territorio comunale che sono state letteralmente abbandonate al loro destino.

I cittadini di Dragonea e tutte le frazioni chiedono a gran voce fatti concreti per tutti quei servizi essenziali che ciascun cittadino per sua dignità e per diritto naturale ne deve poter usufruire.

Un proverbio latino recita: “Promissio parit debitum” ossia ogni promessa è un debito, dunque chi ha saputo promettere a tutti i cittadini di Dragonea e alle altre frazioni vietresi, abbia ben a mente che adesso è il tempo in cui ciò che contano sono i fatti poiché di parole se ne son sentite fin troppe.

LASCIA UN COMMENTO