Bando MISE Efficienza Energetica per Comuni, giornata informativa a cura di ANEA martedì 14 alla Prefettura di Napoli.

0
38

POI-Energia_FB_promo-imageRilanciare l’Efficienza Energetica nel Sud Italia. Questo l’obiettivo del Ministero dello Sviluppo Economico che, attraverso l’Avviso C.S.E. 2015 (Comuni per la Sostenibilità ed Efficienza energetica), mette a disposizione cinquanta milioni di euro per la realizzazione di interventi di efficientamento e/o produzione di energia da Fonti Energetiche Rinnovabili su edifici pubblici destinati ai Comuni delle Regioni di Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) che hanno preliminarmente effettuato una diagnosi energetica.

Il bando prevede a tal scopo la concessione di contributi a fondo perduto fino al 100% dei costi ammissibili per l´acquisto, tramite il MePA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione) di prodotti e servizi per l’efficientamento energetico e/o la produzione di energia (Solare Termico e Fotovoltaico) da fonti rinnovabili diretti agli edifici comunali.

L’istanza potrà essere presentata a partire dal 14 luglio e non oltre il 12 settembre 2015, sino a esaurimento della dotazione finanziaria.

Una grande opportunità da cogliere al volo soprattutto per la Campania, tenuto conto che sono solo venti i Comuni che hanno partecipato al precedente Bando CSE 2014 per l’esiguo importo di poco meno di 3 milioni di euro. Dunque la Giornata Informativa che si terrà a Napoli martedì 14 luglio, presso la Sala Profili della Prefettura di Piazza del Plebiscito (9.00-13.15) rappresenta senza dubbio una proficua occasione di confronto diretto con i rappresentanti di Invitalia, Consip, Anci Campania e Renael (Rete Nazionale delle Agenzie Energetiche Locali) e un’occasione per conoscere nel dettaglio le modalità di presentazione delle istanze.

L’augurio per la Campania è quindi quello di ottenere un risultato migliore rispetto quanto ricavato dal precedente Avviso CSE 2014, per il quale hanno presentato domanda oltre 240 Comuni mentre sono state solo poco più della metà  le istanza accettate per un fondo di 15 milioni di euro di dotazione esaurito in poche settimane.

A fare la parte del leone, come si evince dai dati pubblicati dal Ministero dello Sviluppo Economico, è stata la Regione Calabria con il maggiore numero di istanze ammesse alle agevolazioni ed oltre 8 milioni di euro stanziati e la spesa maggiore è stata destinata alla produzione di energia e al settore del fotovoltaico.

LASCIA UN COMMENTO