Asl Salerno, al via lo screening del Tumore del Colon – Retto.

0
32

asl-salernoIl carcinoma del colon-retto è in assoluto il tumore a maggiore insorgenza nella popolazione italiana, con quasi 55.000 nuove diagnosi stimate per il 2015.

Tra i maschi si trova al terzo posto, preceduto da prostata e polmone (14% di tutti i nuovi tumori) nelle femmine al secondo posto, preceduto dalla mammella, con 14%. Nella classifica dei tumori più frequenti per gruppi di età il carcinoma del colon-retto occupa sempre posizioni elevate, variando nelle diverse età tra l’8 e il 15% negli uomini e tra il 5 e il 17%nelle donne. La diffusione dei fattori di rischio e l’aumento dell’età media della popolazione sono alla base della progressiva crescita dell’incidenza di questo tumore negli ultimi decenni.

La ASL di Salerno, che ha posto fra le massime priorità il Programma di Screening Oncologici attivando e potenziando gli Screening del Cancro del Seno e del Collo dell’Utero per le donne residenti nell’intero territorio della Provincia di Salerno, ha implementato, a partire da Lunedì 20 Luglio, lo Screening del Tumore del Colon-retto. La popolazione–target attesa a cadenza biennale dal Programma di Screening del tumore del colon – retto, collocata nella fascia di età 50-74 anni, donne ed uomini, risulta di n. 314.000 utenti, da invitare con cadenza annuale, per un n. 157.000 utenti / anno, e così suddivisa per i 13 Distretti Sanitari di Base della ASL Salerno:
• DSB 60 Nocera Inferiore n. 25.638
• DSB 61 Angri – Scafati n. 24.952
• DSB 62 Sarno – Pagani n. 22.556
• DSB 63 Cava – Costa Amalfi n. 28.001
• DSB 64 Eboli – Buccino n. 28.031
• DSB 65 Battipaglia n. 20.410
• DSB 66 Salerno n. 45.621
• DSB 67 Mercato Sanseverino n. 18.949
• DSB 68 Giffoni –Pontecagnano n. 21.093
• DSB 69 Agropoli – Capaccio n. 25.015
• DSB 70 Vallo della Lucania n.13.822
• DSB 71 Sapri – Camerota n. 13.424
• DSB 72 Sala Consilina – Polla n. 17.543

Lunedì 20 Luglio è partita la fase di start –up dello Screening del Tumore del Colon-Retto, con l’invio dei primi 2.000 inviti ad effettuare gratuitamente il test di ricerca del Sangue Occulto nelle Feci ad altrettanti utenti dei Comuni di Scafati, Mercato San Severino, Salerno ed Eboli, donne ed uomini, appartenenti alla fascia di età 50-74 anni. Successivamente, dal 1 Settembre 2015, lo screening del Carcinoma del Colon – Retto sarà operativo anche per tutti i cittadini di Bracigliano, Calvanico, Fisciano e Siano, complessivamente così suddivisi:
• Scafati n. 12.872
• Mercato San Severino n. 5.783
• Salerno n. 43.340
• Eboli n. 10.067
• Bracigliano n. 1.287
• Calvanico n. 378
• Fisciano n. 3.686
• Siano n. 2.687

L’ASL Salerno sarà quindi in grado di coprire una popolazione target di n. 80.100 utenti, pari al 51 % della popolazione target. Successivamente, si estenderà il programma al restante territorio aziendale. Nella lettera – invito, che sarà recapitata a domicilio, gli utenti riceveranno le istruzioni per ritirare, presso le Farmacie Convenzionate dei propri Comuni, il KIT per la ricerca del sangue occulto nelle feci, da utilizzare a domicilio e quindi riconsegnare ai Laboratori Analisi indicati nella stessa lettera. In caso di positività, gli Operatori del Centro Unico Aziendale Screening Oncologici della ASL Salerno contatteranno l’utente per effettuare la colonscopia nei Centri Ospedalieri della ASL Salerno. Si evidenzia che il test è totalmente gratuito e sarà ripetuto ogni due anni, sempre su invito della Asl Salerno.
Nelle attività di Screening sono coinvolti i Medici di Famiglia, i quali sensibilizzando i propri assistiti sull’importanza della prevenzione oncologica, nonché le Farmacie ed i Laboratori aderenti a Federfarma e i Laboratori di Analisi aderenti a FederLab, che hanno sottoscritto, ad iso-risorse, in data 8 Novembre 2014, apposito Atto di Intesa con la ASL Salerno, rendendo di fatto possibile realizzare tale operatività nell’ottica di garantire servizi più vicini al cittadino, nel proprio luogo di residenza, e ciò grazie alla rete delle Farmacie e dei Laboratori Analisi presenti sul territorio aziendale.
Il Programma di Screening del Tumore del Colon-Retto, coordinato dal Cruscotto Direzionale della ASL, diretto dal Dr. Antonio Lucchetti e dal Centro Screening Oncologici della ASL, ubicato a Nocera Inferiore, diretto dalla Dott.ssa Grazia Gentile, si avvale del supporto tecnologico di una moderna Piattaforma digitale, denominata VIVA, che permette il monitoraggio in tempo reale delle attività e l’elaborazione statistica dei dati, per verificare i risultati conseguiti.
Grande soddisfazione esprime il Direttore Generale della ASL Salerno, Dott. Antonio Squillante, che con la implementazione dello Screening del Tumore del Colon–retto, che si aggiunge ai due screening già in essere per la prevenzione del tumore del seno e del collo dell’utero, completa la piena attuazione del Programma di Prevenzione Oncologica della ASL Salerno. Ringrazio, dice il dott. Squillante, le Farmacie ed i Laboratori aderenti all’iniziativa e gli Operatori tutti della ASL Salerno per aver realizzato una macchina organizzativa moderna ed adeguata, che ci consente di poter invitare ed erogare i test di screening a tutti i 751.875 cittadini, uomini e donne del nostro territorio interessati dall’intervento, ed auspico la massima adesione degli utenti alla lettera-invito che riceveranno a domicilio, affinché nessuno sprechi questa importantissima Occasione di Salute, per la cui diffusione, continua ancora il Direttore Generale, abbiamo messo in campo numerose iniziative promozionali, quali manifesti e totem collocati nei maggiori punti di contatto al cittadino, nonché realizzato e messo in onda uno spot emozionale dal titolo: “ASL Salerno: Chi si Cura di Te non Ti Lascia da Solo”, in onda dal 15 Maggio 2015 sugli schermi cinematografici e sulle emittenti televisive provinciali e regionali.

LASCIA UN COMMENTO