Acqua pubblica, flash mob a Salerno.

0
51

Sull'acqua non si specula, un'altra gestione è possibiledai Comitati Acqua Bene Comune  di Vietri, Cava e Salerno riceviamo e pubblichiamo

Acqua pubblica senza se e senza ma! Sono alcuni mesi che viviamo l’incubo di un passaggio alla G.O.R.I. S.p.A. per la gestione dell’acqua. Durante la campagna elettorale tutti i candidati (esclusi pochissimi) si sono adoperati per tranquillizzare i cittadini, assicurando, senza alcuna certezza, che l’acqua resterà all’Ausino (sempre S.p.A.).

In molti hanno firmato un impegno affinché l’acqua resti pubblica (cioè gestita da un’Azienda Speciale Consortile), sia a livello locale sia a livello regionale. Molti ingenuamente, c’è da dire, hanno firmato, inconsapevoli che anche a livello regionale sono ben decisi a dare applicazione a tutti i provvedimenti legislativi che spuntano come funghi e che favoriscono (non obbligano) la privatizzazione, con il miraggio di rendersi autori di una sana amministrazione. Di contro i cittadini che lamentano bollette sempre più esose, depositi cauzionali, distacchi per morosità … Infine, il comune di Salerno che vende la sua quota azionaria dell’Ausino, col paravento della Razionalizzazione delle Partecipate …

E tutto questo senza il minimo rispetto del risultato referendario ottenuto nel 2011! I comitati per l’Acqua Pubblica gridano all’inganno e invitano tutti a partecipare alle manifestazioni di protesta organizzate un po’ ovunque. Sì, il problema non è solo nostro. E’ anche nostro! Negli ultimi anni le tariffe sono aumentate del doppio in quasi tutta Italia.

Venerdì 12 giugno appuntamento a Salerno per un flash mob con partenza da piazza Ferrovia alle 19.00. Tutti vestiti di nero, con fiori e ceri per rendere tangibile la morte della democrazia e della volontà popolare. Il 13 invece la manifestazione si svolgerà a Napoli.

Il 15 infine, a Cava de’ Tirreni, un incontro pubblico con Alex Zanotelli, missionario comboniano da sempre in prima fila per la difesa dell’acqua, fonte di vita; Maurizio Montalto, avvocato ambientalista che ha curato la riconversione in Azienda Pubblica dell’ex Arin di Napoli, rendendo Napoli la capitale dell’acqua pubblica; Consiglia Salvio, referente del Coordinamento Campano dei Comitati Acqua Bene Pubblico per la gestione pubblica dell’acqua.

All’incontro, che avrà luogo dalle ore 19.00 presso i locali del Club Universitario Cavese, sono stati invitati tutti i Sindaci dei Comuni azionisti dell’Ausino e la presidente della società per azioni, avv. Matilde MiliteI comitati ABC (Acqua Bene Comune) di Cava, Salerno e Vietri

LASCIA UN COMMENTO