UniSaOrienta, protagonista il robottino Nao.

0
248

Stamane nell’Aula Magna del Campus di Fisciano, per l’undicesima giornata di UnisaOrienta, la parola d’ordine è stata “innovazione”. Del resto non poteva essere altrimenti visto che tra gli ospiti c’è stato anche Nao,  il piccolo robot capace di eseguire molti movimenti, di parlare, salutare e interagire con l’uomo. A presentarlo è stato Mario Vento, Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informatica ed Elettronica e Matematica Applicata UNISA, che nel suo intervento durante la sessione plenaria ha esortato gli studenti delle scuole superiori “ad andare al di là delle cose ches ono evidenti, c’è tutto un mondo invisibile che è parte attiva dell’innovazione che è alla ricerca di professionisti. Ragazzi, oggi si sono settori dove la disoccupazione non esiste. Ma ci vuole impegno”.

Anche stamane al Campus di Fisciano sono stati circa 1300 gli studenti delle scuole superiori che hanno seguito i corso di orientamento previsti dal calendario di questa 13esima edizione di UnisaOrienta. “Ad aver risposto all’appello del CAOT – ha detto Rosalba Normando, delegata all’orientamento – sono state non solo le scuole delle cinque provincie della Campania ma anche di altre regioni. I numeri di queste giornate ci restituiscono la dimensione dell’evento che cresce di anno in anno”. Ad illustrare ai ragazzi le opportunità offerte dall’Università degli Studi di Salerno, stamane, anche Rosa Maria Grillo, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici DIPSUM.

Ad esortare i giovani a raccogliere la sfida dell’innovazione stamane è stata Valeria Fascione, assessore alla Startup ed Internazionalizzazione della Regione Campania: “Oggi ogni settore richiede attenzione per l’innovazione. C’è bisogno che abbiate sempre presente, nel progettare il vostro futuro, una dimensione internazionale. Leggete i giornali ed osservate come si muove l’economia. Ci sono paesi che diventano sempre più competitivi grazie alle energie ed alle competenze dei loro giovani. A voi dico che oggi questo territorio ha bisogno di professionisti dotati di competenze al passo con i tempi e pronti a raccogliere la sfida del futuro, anche da imprenditori”

 

Domani (giovedì 16 febbraio), ultimo giorno per la tredicesima edizione di UnisaOrienta. Alle ore 9 in Aula Magna  ci saranno i rappresentanti del gruppo “SmartVase”, la start up fondata da ricercatori e docenti afferenti al Dipartimento di Ingegneria Industriale e al Dipartimento di Farmacia dell’Università di Salerno, vincitrice del Premio Nazionale per l’Innovazione 2016. A premiare il gruppo SmartVase sono stati il Presidente Sergio MattarellaLuigi Nicolais (Presidente, Fondazione Cotec), Marianna Madia (Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione) e Stefania Giannini (Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca). Il gruppo SmartVase, già vincitore del PNI 2015, è composto da Stefano Piotto, Simona Concilio, Roberto Pantani, Felice De Santis, Lucia Sessa, Valentina Volpe. SmartVase si propone di realizzare un vaso in materiale polimerico biodegradabile ricoperto interamente da un sottile strato di protezione in materiale ecocompatibile che schermi il vaso dagli agenti atmosferici prima dell’interramento.

LASCIA UN COMMENTO