LA BORSA DI STUDIO FRANCO ORIO 2017 ASSEGNATA ALLA DOTTORESSA GIOVANNA MUSCOGIURI

0
998

E’ stata assegnata alla dottoressa Giovanna Muscogiuri la “Borsa di Studio Franco Orio 2017”, riservata al miglior giovane endocrinologo della Regione Campania, al di sotto dei 40 anni, dedicata all’illustre endocrinologo salernitano, Franco Orio, antesignano dell’endocrinologia in Campania, scomparso nel 2009. A consegnare la borsa di studio, del valore di 3000 euro, sono stati Concetta Serena, Marcello e Francesco Orio, che nove anni fa istituirono la Borsa di Studio intitolata alla memoria del padre. L’endocrinologa pugliese, Giovanna Muscogiuri, laureatasi al Policlinico Gemelli di Roma, formatasi negli Stati Uniti e stabilizzatasi a Napoli, presso il Dipartimento di Medicina della Federico II, è stata premiata per le sue ricerche sulla Vitamina D, per quelle nell’ambito dell’obesità e del Diabete di Tipo 2 :” Mi piacerebbe fare carriera come ricercatrice universitaria e continuare le mie ricerche nell’ambito dell’obesità”. La cerimonia di premiazione, presentata brillantemente dal giornalista di Lira Tv, Andrea Siano, è stata organizzata al Grand Hotel Salerno, nell’ambito della giornata conclusiva della ventunesima edizione del Corso di Aggiornamento Post-Specialistico in Endocrinologia.

Hanno partecipato alla cerimonia: il Sindaco Vincenzo Napoli che ha conosciuto il dottor Franco Orio:” Un uomo di grande spessore umano. Un grande personaggio della medicina che ha dato un impulso importante a quella che potremmo definire una sorta di scuola salernitana delle patologie tiroidee”. Il Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, il professor Aurelio Tommasetti, ha ricordato gli sforzi fatti per restituire la Facoltà di Medicina a Salerno, ormai è ai primi posti in Italia per i risultati raggiunti, e l’attenzione che da sempre l’Università ha per il Premio Orio:” Il dottor Franco Orio ha dato un contributo importante rispetto alla Sanità nella nostra Provincia”. L’avvocato Nicola Cantone, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno ha ricordato il percorso formativo avviato con gli istituti superiori salernitani: ” In settimana incontrerò gli studenti delle scuole per far conoscere loro l’Azienda Ospedaliera che in un anno ha avuto una crescita esponenziale che lo ha portato ai vertici nazionali”. Il Consigliere Regionale Franco Picarone, ha ricordato il lavoro che sta portando avanti la Regione Campania nel campo della Sanità: ” Abbiamo avviato il progetto che riguarderà la realizzazione di una nuova struttura ospedaliera che possa divenire il riferimento di tutta la Campania meridionale”. Il dottor Giovanni D’Angelo, Presidente dell’Ordine dei Medici, ha ricordato il rapporto personale con la famiglia Orio e che l’Ordine dei Medici si sta attivando sempre più per inserirsi nel mondo giovanile: ” Stiamo anche cercando di dare la possibilità agli studenti iscritti al quinto e sesto anno della Facoltà di Medicina di iscriversi all’ Enpam per godere da subito dei diritti previsti e assicurare un fondo pensionistico di una certa entità”. Il Presidente del Rotary  Club Salerno Est,  il Preside Antonio Vairo, ha spiegato che il Rotary Salerno Est ogni anno partecipa al Premio dedicato al dottor Franco Orio che era socio del Club rotariano:” E’ per noi motivo di orgoglio partecipare e contribuire con delle Borse di Studio a questo Premio. Il merito è importante nella nostra vita e i giovani vanno incoraggiati e sostenuti. Il Rotary promuove diverse iniziative indirizzate alla cultura ed ai giovani”. Sono state consegnate, dal Presidente del Rotary Salerno Est, Antonio Vairo, dal dottor Francesco De Vita, amministratore della DECHEM, dal dottor Renato Ruggiero, cardiochirurgo responsabile della LFL Academy, dal Direttore del CMSO, Marcello Orio, e dal Rettore Aurelio Tommasetti, anche due borse di studio, del valore di mille euro ognuna, ai migliori studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia di Salerno: ad   Alessandra Torlino, iscritta al quinto anno del Corso di Laurea in Medicina   all’Università di Salerno che ha superato gli esami con una media ponderata di 29,46 /30 e Michele Cammarosano iscritto al sesto anno , con una media di 29,63 /30. Commossa, ha assistito alla cerimonia la moglie del dottor Franco Orio, Paola Contegiacomo, insieme alle nuore, al genero e ai nove nipotini.

Dopo la premiazione si è tenuta una tavola rotonda sul tema: “Obesità: l’epidemia del terzo millennio” alla quale hanno partecipato il professor Francesco Orio , riconosciuto endocrinologo di fama internazionale, il dottor Marcello Orio, esperto diabetologo, il cardiochirurgo Renato Ruggiero; il neurologo Cherubino Di Lorenzo e la giornalista Fiorella Loffredo che ha simpaticamente raccontato la sua storia di ragazza “chiatta” che è possibile leggere nel suo libro: ”Fiorella e Basta”. Interessanti le domande poste dagli studenti degli istituti superiori di Salerno: Giovanni Da Procida; Regina Margherita; Moscati – Trani e Genovesi – Da Vinci. Encomiabile il lavoro svolto dai giovani volontari della Telethon: Roberta De Pasquale, Tullio Maffei e Giuseppe Cappa, che hanno raccolto fondi per la ricerca sulle malattie genetiche.

Aniello Palumbo

LASCIA UN COMMENTO