Prescrizione, Cammarota scrive all’Ordine degli Avvocati: Bonafede dice cose pericolose ed inesatte, non può fare il ministro.

0
191

Egr. Sig.

Avv. Silverio Sica

Presidente Ordine Avvocati Salerno

pec segreteria@pec.ordineforense.salerno.it

pec avv.silveriosica@legalmail.it

Egr. Sig.

Arch. Vincenzo Napoli

Sindaco Comune di Salerno

pec: protocollo@pec.comune .salerno.it

 

Organi di informazione

SEDE

Il Ministro della Giustizia, l’avv. Alfonso Buonafede, nel corso del programma televisivo “Porta a Porta” di ieri l’altro, ha testualmente affermato che “quando con il reato non si riesce a dimostrare il dolo e quindi diventa un reato colposo ha termini di prescrizione molto più bassi”.

Pur nella semplificazione che si deve ai messaggi televisivi, ma anche a una platea tecnica e qualificata, l’affermazione del Guardasigilli, avvocato di professione, è gravissima perché errata, un guasto che tradisce la assoluta impreparazione sia del linguaggio comunicativo che un Ministro pure deve avere, sia dell’aspetto tecnico della vicenda che un Ministro che vuole riformare i codici civile e penale non può non avere.

Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo, e poi quello di Napoli, hanno richiesto le dimissioni del Ministro, sia per la sua palese impreparazione, sia per “il fondato timore che le riforme delle regole processuali e sostanziali in ambito civile e penale, attualmente in discussione, siano basate sulla errata conoscenza degli istituti giuridici”.

La Nostra Libertà, gruppo consiliare al Comune di Salerno, con il suo capogruppo l’avv. Antonio Cammarota, chiede al Sindaco di Salerno di votare una mozione nel prossimo consiglio comunale del 30 dicembre di censura alle affermazioni e all’operato del Ministro, e al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno, in persona del suo Presidente l’avv. Silverio Sica, di procedere nella stessa direzione dei colleghi siciliani e napoletani.

 

Distinti saluti. 

La Nostra Libertà

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here