Terra Pericolosa. Azioni ed organizzazione della Protezione Civile con i ragazzi dell’Alfano I.

0
518

Il Liceo Statale  “Alfano I” di Salerno ha organizzato  numerose iniziative di formazione , che rientrano nei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro ,   quando  questa diventa un’occasione non solo  formativa,  ma  soprattutto di sviluppo di cittadinanza attiva per i giovani, in vista di una più consapevole partecipazione in scenari di emergenza collegati alla molteplicità dei rischi cui è esposta la collettività.

Il 14  marzo infatti nell’aula magna del Liceo, studenti, docenti, esperti, amministratori locali, si sono riuniti per discutere di Protezione civile , della sua  organizzazione  delle sue attività sul territorio sempre più a rischio.

Lo scenario della pericolosità e del rischio sismico, vulcanico ed idrogeologico della Campania si presta a richiedere che la corretta informazione e comunicazione ai cittadini diventino il primo tassello della prevenzione, secondo le buone prassi messe in atto a livello internazionale nelle attività afferenti al Disaster Management.

Gli stakeholders includono le agenzie governative, le aziende, le imprese di produzione, le associazioni, i media, gli scienziati, le organizzazioni professionali, i gruppi di interesse pubblico ed i singoli individui.

La comunicazione attraverso i suoi strumenti, consente di informare, diffondere e rendere visibile il progetto ideato per la gestione e la riduzione del rischio.

Così dall’esperienza dello scorso anno dell’indirizzo scientifico del liceo salernitano,  finalizzata a conoscere e divulgare il Piano di Emergenza Vesuvio,  si prosegue quest’anno sollecitati dai tristi eventi che hanno interessato il tratto centrale della dorsale appenninica su la possibilità di interventi adeguati e  di prevenzione  in termini di messa in sicurezza del territorio.

L’incontro del 14 marzo  ha  aperto ad una serie di attività che avvicineranno anche nei prossimi giorni i giovani alla gestione del rischio  rende  protagonisti e parte attività con svariati ruoli in ipotesi di simulazione  gli studenti stessi.

Hanno aperto i lavori il Sindaco Vincenzo Napoli ed il Dirigente Scolastico Elisabetta Barone sull’analisi del sistema complesso della Protezione Civile articolato nelle sue componenti di filiera strategica (nazionale, regionale, provinciale, comunale) e nelle sue strutture operative con le testimonianze   del Volontariato e della Croce Rossa.

Presenti l’Assessore all’ambiente  Angelo Caramanno,  la dott.ssa Veronica Piacentini del Dipartimento Nazionale Protezione Civile,  il dott. Berardino Iuorio Responsabile Regionale del Volontariato Protezione Civile, l’arch . Angelo Cavaliere Dirigente del Servizio Protezione Civile della Provincia di Salerno, l’ing. Roberto Nobile Responsabile delle emergenze del Comune di Salerno, Giovanni Zevolino  Coordinatore Gruppo Volontari Comune di Salerno, il dr. Giuseppe La Mura Delegato Area 3 Comitato  Locale  Salerno.

Gilda Ricci

LASCIA UN COMMENTO