Scuola, mobilità dei docenti, incontro a cura di ANIEF lunedì 10 al Vanvitelli di Cava.

0
808

Con la mobilità ormai siamo giunti alle battute finali. La firma è imminente. Martedì prossimo si prevede una intesa sulla chiamata diretta.

I ritardi alla base dell’inizio delle operazioni della mobilità risultano, molto probabilmente, imputabili  alla mancata certificazione del Dipartimento della funzione pubblica. Si confida che detta certificazione  venga ratificata nel corso della prossima settimana, magari quando in Italia, anche a cura dell’ANIEF, si attivano sempre più diffusamente  Seminari di aggiornamento e formazione sul tema mobilità. Proprio così, largamente è diffusa l’azione informativa del Sindacato ANIEF intorno alla normativa e agli approfondimenti su come presentare domanda di trasferimento volontaria, da un grado di scuola ad un altro, dall’insegnamento in una classe di concorso ad un’altra, da un profilo ad un altro della stessa area per il personale ATA.

Lunedì, 10 aprile, in provincia di Salerno, l’ANIEF segnerà la tappa di Cava de Tirreni. Dopo le giornate formative di Eboli e Vallo della Lucania, da parte del gruppo ANIEF  verrà destinata una speciale ulteriore attenzione  a questo territorio che per volere di Bonifacio IX fu elevato alla dignità di città. “Le terre de la Cava” vennero, infatti,  elevate alla dignità di città, quelle stesse terre di Cava che erano state abitate da Etruschi, Romani della dinastia Metellia, Longobardi, Normanni e Angioini. Una città che conta oggi una notevole presenza di istituzioni scolastiche pubbliche e private. Bene, lunedì prossimo, proprio in questa illustre cittadina, ricca di cultura e di beni monumentali di pregio,  si raccoglieranno i Proff su  invito dell’associazione sindacale per argomentare intorno alla questione scuola. Dalle 11.30 alle 14.30 presso l’Istituto d’Istruzione Superiore ” Della Corte – Vanvitelli “, si terrà una speciale azione di formazione e aggiornamento. Cureranno, con riconfermata maestria, l’incontro i Proff. Elda Izzo – Alessandro Sola – Anna Capone. Tra i punti pregnanti del Seminario ANIEF  ricordiamo il nuovo contratto sulla Mobilità 2017-2018 e Organico dell’Autonomia; l’Organico di potenziamento;  gli Ambiti Territoriali e Reti di Scuole;  la Formazione Obbligatoria 2016-19; la Rappresentanza di Istituto, Collaborazione Sindacale ed RSU; la Simulazione compilazione domanda di mobilità ed allegati. Seguirà poi, a coronamento  delle specifiche trattazioni, un breve dibattito. L’iniziativa si proporrà in termini di assoluta gratuità ed è stata ampiamente diffusa nelle scuole di ogni ordine e grado. Si prevede quindi una considerevole e partecipata affluenza.

Durante il Seminario, assicura il Prof. Alessandro Sola, si procederà alla simulazione  della  Domanda di Mobilità. Il Seminario, precisa,  sarà gratuito e garantisce anche il riconoscimento di 6 CFU per il master Pegaso “Legislazione scolastica e metodologie didattiche” (codice Master MA515)”

“L’Anief , chiarisce, invece, l’Avv. Elda Izzo, è un ente di formazione accreditato dal MIUR ai sensi della direttiva n.170/2016 e poiché le attività di formazione degli enti accreditati danno diritto all’esonero dal servizio, i docenti potranno richiedere al Dirigente Scolastico il permesso per potervi partecipare.  In base al comma 5 dell’art. 64 del CCNL vigente si sancisce il diritto alla formazione per il personale docente”.

In Italia 210mila dipendenti sono risultati  interessati alla mobilità nell’anno in corso. Ormai è veramente tutto pronto alla sottoscrizione del contratto sulla mobilità del personale docente, Ata ed educativo riguardante il prossimo anno scolastico.

Martedì  11 aprile, i sindacati rappresentativi sono stati convocati a Viale Trastevere. Detto incontro sarà la tappa conclusiva e risolutiva, almeno si presume.  Martedì prossimo si dovrà procedere alla firma del contratto, fatto salvo il capitolo inerente la chiamata diretta. Non ci resta che attendere, mentre tutto bolle in pentola….sono infatti già pronti moduli e piattaforma ed è da tempo in attesa una gran bella fetta del personale della scuola per attivarsi fattivamente per tentare di cambiare il destino della propria sede a partire dal prossimo anno scolastico. L’zione  dell’ANIEf sul territorio si rappresenta fondamentale sostegno a questo fine.

Emilio LA GRECA ROMANO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here