Concorso Internazionale “Città di Airola”, il flautista salernitano Franco Ascolese primo in due categorie. Successo anche per il Liceo Galizia di Nocera.

0
113

AscoleseOttime notizie per la giovane musica salernitana arrivano dal VII Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’associazione “Mille e una nota”, in collaborazione con Comune e Pro Loco di Airola, Fondazione “Angelo Affinita”, Rotary Club e Inner Wheel Valle Caudina, in programma da sabato 23 al prossimo 31 maggio presso il Teatro Comunale di Airola, nel cuore del Sannio beneventano.

Lunedì 25 maggio il piccolo centro caudino è stato invaso da centinaia di giovani musicisti della sezione Scuole Medie e Licei ad Indirizzo Musicale, articolata in categorie per solisti e per musica d’insieme. In tutto sono giunti presso il Teatro comunale airolano circa 1500 tra concorrenti e accompagnatori. A valutare le esibizioni la Commissione presieduta dal M° Luigi Monterossi, già prima tromba del Teatro “San Carlo” di Napoli e docente del Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli, e composta da Franco Capozzi, pianista e docente scuole medie ad indirizzo musicale, e Carmen Cirillo, docente conservatorio “Nicola Sala” di Benevento e direttore artistico del CEDAM.

Tra i gruppi dei Licei musicali, si è imposto per la qualità della proposta e la preparazione degli interpreti il Liceo “Alberto Galizia” di Nocera Inferiore, che ha ottenuto il primo posto assoluto, ex aequo con il Centro Studi sulla scoliosi, grazie al duo composto dalla pianista Giovanna Basile e dal flautista Franco Ascolese, che hanno eseguito un brano dell’opera in tre “Lucia di Lammermoor” di Gaetano Donizetti.

Per il flautista, è stata una gioia doppia: ha infatti scalato anche il vertice della categoria solisti per i licei ad indirizzo musicale, suonando il brano “Il pastore svizzero” di Pietro Morlacchi, primo posto assoluto, con 100/100.

Grandi soddisfazioni pure per la Scuola Media “Nicola Monterisi” di Salerno. Preparati e accompagnati dal professor Raffaele Galibardi, si sono esibiti nella cornice airolana i violinisti Cristiana Risi, Adriano Pio Risi, Simona Santoriello, Luca Postiglione, Sara Puzzo e Ivana Maria Fasolino. I musicisti in erba hanno eseguito un’applaudita suite, composta dal “Concertino” in Re minore di Alberto Curci, “Ciarda” di Curci, “Concertino Op.7” di Adolf Huber, “Concerto No.2 op. 35” di Friedrich Seitz, dal primo tempo in sol della “Primavera” di Antonio Vivaldi e dal primo tempo del Concerto di Jean-Baptiste Bréval. Grazie a questa performance, l’istituto salernitano ha guadagnato il primo posto nella categoria delle scuole medie ad indirizzo musicale con valutazione di 96/100.

Le scuole che hanno preso parte alla sezione dedicata dal “Città di Airola” sono state: i Licei ad indirizzo musicale “Luigi Garofano” di Capua (CE), “Alberto Galizia” di Nocera Inferiore (SA), “Giuseppa Guacci” di Benevento, il Convitto “Agostino Nifo” di Sessa Aurunca (CE) e le scuole medie “Nicola Monterisi” di Salerno, Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli” di Benevento, l’I. C. “Madre Teresa di Calcutta” di Pignataro Maggiore (CE), l’I. C. “Rita Levi Montalcini” di San Giorgio del Sannio (BN), l’I. C. “S. Giovanni Bosco” di San Salvatore Telesino (BN), sezione di Castelvenere, l’I. C. “Augusto Console” di Napoli, l’I. C. “Federico Torre” di Benevento, la Scuola secondaria di primo grado “Massimo Stanzione” di Orta di Atella (CE), la Scuola Media “Rita Levi Montalcini” di San Giorgio del Sannio (BN), l’I. C. “Giovanni Pascoli” di Vallata (AV), l’I. C. “E. Falcetti” di Apice, l’I. C. Statale Autonomo Ailano-Raviscanina (CE), l’I. C. “Luigi Settembrini” di San Leucio del Sannio (BN), l’I. C. di Pietramelara (CE) e il Centro Studi della Scoliosi di Napoli.

Nei prossimi giorni, altri musicisti da Salerno e provincia saranno in gara nelle altre sezioni del “Città di Airola”, riservate ai Solisti, alla musica da camera e a quattro mani, al canto lirico e nel prestigioso Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”.

 

LASCIA UN COMMENTO