“Premio letterario internazionale, Emily Dickinson”, assegnato al radiologo salernitano Andrea Maraziti per il suo libro di poesie “Diario d’amore”

0
897

 Con il suo libro di poesie “Diario d’amore”, edito da Graus Editore, il dottor Andrea Maraziti, noto e stimato radiologo salernitano, ha vinto, nella sezione poesie, il “Premio letterario internazionale, Emily Dickinson”, promosso dall’Associazione Culturale Emily Dickinson, uno dei più importanti premi in campo letterario dell’Italia meridionale che ogni anno viene assegnato a personalità del panorama culturale e dell’informazione distintesi per doti umane e professionali. La cerimonia conclusiva si è svolta presso la Sala Consiliare “Silvia Ruotolo” della V^ Municipalità Vomero – Arenella di Napoli. A consegnare la coppa di primo classificato del Premio è stata la scrittrice e giornalista Carmela Politi Cenere, Presidente dell’associazione culturale Emily Dickinson, ideatrice e organizzatrice del Premio, che ha presieduto la giuria composta dalla professoressa Luisa Gregory, dall’avvocato Carmine Monti; dall’ingegner Ruggiero Cenere; dalla dottoressa Stefania Bertucci e da alcuni iscritti all’associazione. Il premio si articola in sei sezioni tra cui quella dedicata al libro edito di poesie alla quale hanno partecipato circa cento scrittori provenienti da tutte le regioni d’Italia. E’ in questa sezione che è stato premiato il dottor Maraziti, che nella sua silloge raccoglie poco più di cento poesie. Il motivo dominante è l’amore:” Quello per la propria donna, per i propri figli, l’amore per la vita, per la propria terra, per Dio, la Natura e per la poesia stessa”, ha spiegato il dottor Andrea Maraziti, dirigente del Servizio di Radiologia dell’Ospedale di Cava Dè Tirreni che:” Non ha potuto fare a meno di radiografare non solo il corpo, ma soprattutto l’anima, le sue ombre, i suoi bagliori, i suoi contorni sfuggenti” come ha scritto il professore Francesco D’Episcopo, nella prefazione del libro nella quale ha definito il dottor Maraziti “ Un medico dell’anima. Un poeta naturale”.

Aniello Palumbo

\

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here